• 23 Settembre 2021
  •  

Consorzio di Bonifica Nord Sardegna: risparmio del 41% sui ruoli 2018

Consorzio di Bonifica Nord Sardegna

OZIERI. Buone notizie dal Consorzio di Bonifica Nord Sardegna, infatti i consorziati pagheranno meno per i ruoli del 2018, che scendono a 196,44 euro a ettaro. Il risparmio per ciascuna utenza è del 41%, rispetto ai ruoli 2017.
Il Consiglio dei delegati ha approvato nei giorni scorsi il riaccertamento dei residui da emettere per le annualità pregresse, con un ricalcolo che ha tenuto conto del contributo straordinario concesso dalla Regione Sardegna che ammonta a un milione di euro teso proprio ad abbattere i ruoli relativi a manutenzione e funzionamento di tutta la struttura consortile. La quale si articola su 18.137 ettari per un costo totale relativo al 2018 tra funzionamento e manutenzione di 1.896.759,95 euro, (di cui 1.168.931 di spese di funzionamento e 727.828 euro di spese di manutenzione).

Il contributo interverrà per il 60% del totale (600 mila euro) nell’abbattimento delle spese di manutenzione, ridotte di oltre il 50% ad ettaro (104,58 euro a ettaro  che ora scendono a 49,44 euro),  venendo incontro quindi alle esigenze dei consorziati, anche in questo difficile periodo di crisi, e rispettando l’accordo nato di concerto con le associazioni di categoria che fissava l’obiettivo dell’ammontare dei ruoli al di sotto dei 200 euro.

«Durante il periodo estivo – commenta il vice presidente del Consorzio di Bonifica Nord Sardegna Francesco Pala – abbiamo ritenuto importante presentarci con degli incontri territoriali ai nostri consorziati nei vari comprensori illustrando i nostri programmi e rilevando tutte le varie proposte e criticità manifestate dagli utenti. In tutte le riunioni uno degli temi prevalenti era l’eccessivo costo dell’ultimo ruolo emesso».

«A tal proposito – continua Pala – si è deciso, come dai nostri impegni assunti, di trovare risorse da destinare esclusivamente all’abbattimento del ruolo di prossima emissione. Questo contributo erogato dalla RAS sarà utilizzato interamente a favore del ruolo 2018 e si riuscirà a diminuire i tributi delle spese di bonifica e di manutenzione da un totale di 83,73 euro emesso nel 2017 ad una previsione di 49,44 euro del prossimo ruolo da emettere nel 2018 con una diminuzione del 41% circa. Sono molto soddisfatto del lavoro di tutta la maggioranza, credo che la strada intrapresa sia quella giusta e continueremo ad impegnarci per raggiungere ulteriori positivi risultati».

Si tratta infatti di un obiettivo importantissimo più volte espresso e auspicato dai vertici del Consorzio stesso, che nelle assemblee territoriali tenutesi nel corso dell’estate con gli stessi consorziati, hanno manifestato più volte la volontà e l’intenzione di lavorare affinché la Regione Sardegna riallineasse i contributi concessi alle reali esigenze del Consorzio e dei consorziati.

«Negli ultimi venti anni il Consorzio di Bonifica Nord Sardegna ha avuto sempre meno attenzioni da parte della Regione – spiega Toni Stangoni, presidente del Consorzio di Bonifica della Sardegna –, con contributi che nel tempo si sono ridotti, comportando la ben nota situazione debitoria che conosciamo, e l’aggravio dei ruoli in capo ai consorziati».

«Per questo motivo, il nostro lavoro, iniziato a febbraio – continua Stangoni – in seguito alle elezioni consortili, è partito prima di tutto dalla considerazione che per un riallineamento economico era necessaria la concessione di almeno 3 milioni di euro da parte della Regione. Ora con la concessione di questo contributo di un milione di euro, siamo riusciti a intervenire su un tema cruciale, che è appunto quello dei ruoli».