• 25 Settembre 2021
  •  

Cuglieri, i volontari della chiesa di Scientology in aiuto della comunità

Il disastro ambientale che ha coinvolto il territorio Oristanese ha messo a dura prova famiglie e amministrazioni. Cuglieri è stato uno dei comuni fortemente colpiti dall’incendio del 25 luglio, ma è stato anche un esempio di quanto sia necessario unire le forze per ritrovare la capacità di rialzarsi. Mentre arrivavano aiuti di ogni genere da tutta la Sardegna e perfino dalla penisola, l’Amministrazione comunale ha chiesto attraverso i canali social un aiuto: «Occorrono volontari per la gestione di questa difficile situazione».

Leggi anche: INCENDI IN SARDEGNA, COLDIRETTI: CAMPAGNE SOTTO ASSEDIO. PERSI BESTIAME, FIENILI E PASCOLI

La richiesta è stata subito accolta dai Ministri volontari della Chiesa di Scientology che, senza perdere tempo, il giorno stesso, si sono presentati nel paese del Montiferru. Con le loro magliette gialle e tanta voglia di fare, si sono messi a disposizione dell’Amministrazione comunale, dei Barracelli e della Croce Rossa, consapevoli che il primo dovere è sempre quello di rispondere presente in base a ciò che è necessario e voluto.

Impegnati nello smistamento di generi prima necessità, nel portarli alle famiglie, nel preparare mangimi per il bestiame e perfino a fare la sanificazione di alcuni locali, questi volontari si sono messi a disposizione senza risparmiarsi e, contemporaneamente al lavoro, hanno fatto del loro meglio per far sentire tutta la vicinanza possibile alla cittadina di Cuglieri.

 “Un Ministro Volontario non chiude gli occhi di fronte al dolore, al male e all’ingiustizia dell’esistenza”, disse L. Ron Hubbard nel descrivere come sarebbe dovuto essere un volontario appartenente a questo gruppo.

«A Cuglieri – raccontano i volontari della chiesa di Scientology – si respirava aria di reciproco aiuto, un’aria nella quale chiunque poteva sentire la vicinanza degli altri, c’erano altri volontari e c’erano i cittadini. Le esperienze di volontariato insegnano sempre che il senso di comunità di ognuno, se amplificato, riempie l’anima».

«Arrivare in un paese come Cuglieri – continuano – e vedere la reazione della comunità e quanto ognuno fosse vicino all’altro, hanno creato un’alchimia per la quale è certo che queste giornate rimarranno indelebili nelle nostre menti». Dunque, grazie a questa esperienza, il motto dei Ministri Volontari di Scientology, “Si può fare qualcosa a riguardo”, oggi ha un valore ancora più grande, perché insieme tutto sembra più facile.

Mamma in Sardegna