• 18 Gennaio 2022
  •  

Delitto Carai, arrestati a Orune i fratelli Contena

ORUNE. Nella giornata di ieri i militari del Nucleo Investigativo di Nuoro, insieme al personale del Reparto Squadriglie di Nuoro, dello Squadrone Cacciatori Sardegna di Abbasanta e della Compagnia Carabinieri di Bitti hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dei gemelli Mauro e Giuseppe Contena, 51 anni, allevatori di Orune (NU). I due fratelli dovranno rispondere dell’accusa di omicidio del 74enne Mauro Carai, anch’egli allevatore, avvenuto la sera del 27 agosto scorso a Orune. Il provvedimento è stato emesso dal GIP di Nuoro, su richiesta della Procura della Repubblica del capoluogo barbaricino.

L’arresto dei due allevatori è il frutto di una serie di indagini sviluppatesi sia mediante attività tecnico scientifiche sul luogo del delitto, con le successive analisi del RIS di Cagliari, sia attraverso attività investigativa nell’ambiente agro pastorale locale. Tra le principali prove raccolte la compatibilità del dna rinvenuto in alcuni oggetti degli indagati con quello della vittima.

Il cadavere di Carai era stato trovato senza vita in località Sant’Efisio a pochi metri dalla sua auto, in posizione supina all’interno di una cunetta adiacente la strada sterrata che conduce ai pascoli del comunale di Orune, località Monte Tiria, con diverse ferite da arma da punta e taglio in varie parti del corpo.

I fratelli Contena, ai quali è stata sequestrata durante l’arresto anche una pistola con matricola abrasa e relativo munizionamento, sono stati tradotti presso il carcere di Nuoro Badu e Carros, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Leggi anche: OMICIDIO A ORUNE, UCCISO NELLA NOTTE ALLEVATORE 74ENNE

Ottica Muscas