• 25 Aprile 2024
  •  

Dramma a Oristano, uccide la figlia 13enne a coltellate e poi si getta dalla finestra

Polizia squadra mobile
Il fatto è avvenuto ieri pomeriggio nella frazione di Silì. Annullate dal Sindaco tutte le manifestazioni collaterali alla Sartiglia.

Tragedia ieri pomeriggio a Silì, frazione di Oristano. Una ragazza di 13 anni, Chiara Carta, è stata uccisa a coltellate nel bagno di casa dalla mamma, Monica Vinci (52), probabilmente al termine di un diverbio. La donna, originaria di Nureci, dopo il folle gesto ha tentato di suicidarsi lanciandosi dalla finestra. Immediatamente soccorsa è stata trasportata con l’elisoccorso del 118 all’ospedale di Sassari dove ora si trova ricoverata, ma non è in pericolo di vita. È accusata di omicidio. A ritrovare il corpo senza vita della giovane è stato il padre, Piero Carta. Separato dalla moglie da qualche anno presta servizio come agente nel corpo della Polizia Locale di Oristano.

Sul posto sono intervenuti i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Oristano, guidati dal dirigente Samuele Cabizzosu, gli uomini della Scientifica, il magistrato di turno e il medico legale.

Le parole del sindaco di Oristano Massimiliano Sanna

«Con profondo dolore abbiamo appreso della tragedia che oggi ha colpito la nostra comunità. La tragica morte di una nostra giovane concittadina ci lascia increduli e senza parole. È un evento terribile e senza senso che ha colpito tutti noi in modo molto profondo.

Sento di parlare a nome dell’intera comunità oristanese esprimendo il cordoglio e le più sincere condoglianze alla famiglia e agli amici della giovane vittima. Siamo tutti molto colpiti e proviamo profonda tristezza e dolore. La comunità si stringe attorno alla famiglia della giovane Chiara per offrire sostegno e solidarietà in questo momento difficile. Ci sentiamo particolarmente vicini al padre della vittima che conosciamo bene, e di cui apprezziamo le doti, perché appartiene al Corpo di Polizia municipale».

Per dare un segnale concreto di lutto, il Sindaco ha deciso di annullare tutte le manifestazioni collaterali alla Sartiglia.

«Riteniamo sia un primo doveroso segno di rispetto verso la giovane vittima di questa tragedia. In questi giorni, che dovrebbero essere di festa, invitiamo tutti a vivere con sobrietà, garbo e rispetto questo momento di dolore. Nei prossimi giorni comunicheremo altre eventuali iniziative che coinvolgeranno l’intera comunità oristanese».

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.