• 27 Febbraio 2024
  •  

Festival Éntula, il 24 agosto a Ploaghe Vanni Lai presenta il suo romanzo “La Cantadora”

Ivano Lai La Cantadora
L’incontro, alle 21 nell’ex Convento dei Cappuccini. Dialogherà con l’autore Lorena Piras.

PLOAGHE. Giovedì 24 agosto, il Festival Éntula torna a Ploaghe con lo scrittore di Osilo Vanni Lai, che presenterà alle 21 nel chiostro dell’ex Convento dei Cappuccini il suo primo romanzo (edito da minimux fax) “La Cantadora”. Protagonista del libro è Candida Mara, la prima donna a dedicarsi al canto a chitarra in Sardegna. Dialogherà con l’autore, due volte finalista al Premio Italo Calvino, Lorena Piras. L’evento è organizzato in collaborazione con il Comune di Ploaghe, la libreria Koinè Ubik di Sassari e lo Studio Massaiu.

Il romanzo. Sulle strade polverose della Sardegna di inizio Novecento, un calesse viaggia da un paese all’altro, di festa in festa. Lo guida una vedova armata di pistola, dalla strana personalità «di fattucchiera e di dea». La Cantadora – così la chiamano – è una stella oscura, l’unica donna in grado di sfidare gli uomini nelle gare a chitarra, esibizioni che durano fino a tarda notte e in cui i cantori, per un piatto di minestra e qualche bicchiere di vino, si alternano sopra palcoscenici fatti di tavolacci davanti a piazze gremite e bercianti. Ma Candida Mara – questo il suo vero nome – possiede il dono di stregare, di piegare la volontà altrui grazie alla sua voce. L’ultimo a donarle il cuore sarà Antoni Zusepe, con il quale metterà su un allevamento di cavalli arabi destinati a corse clandestine e spericolate, arena ideale per avventurieri e assassini senza scrupoli.

Manesca e attaccabrighe, adorata e detestata, Candida Mara fu la prima donna del canto a chitarra, capace di opporsi con le sue scelte di vita a una società maschilista e retriva. Affascinante ma cancellata dalla memoria per ignoranza e vergogna, ancora oggi è una figura circondata dal mistero. A mettersi sulle sue tracce, tra la polvere degli archivi, l’omertà degli anziani e i depistaggi di strani musicologi, è uno scrittore fallito e appassionato di western. Nella ricerca lo aiuteranno la giovane Aleni e un grammofono d’oro che sembra custodire il segreto di vecchie storie sepolte. 

Il prossimo appuntamento di Éntula si terrà a venerdì 25 agosto a Porto Torres – all’Antiquarium turritano alle 18.30 – con l’economista Carlo Cottarelli che presenterà il suo saggio “Chimere. sogni e fallimenti dell’economia”.

Il festival letterario Éntula è organizzato dall’associazione culturale Lìberos con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e della Fondazione di Sardegna e con la main sponsorship di GAXA e Tiscali.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.