• 22 Gennaio 2022
  •  

Inaugurata la nuova stazione ferroviaria Olbia Terranova

Dopo la conclusione degli interventi comprensivi della parte tecnologica ieri, 16 dicembre, ha aperto al pubblico la nuova stazione di Olbia Terranova. Il complesso ferroviario dispone di tre binari per il servizio viaggiatori e altri tre dedicati alla circolazione dei treni, mentre per la sua realizzazione sono stati utilizzati più di 150 chilometri di cavi elettrici e oltre 3mila metri cubi di calcestruzzo, per un investimento complessivo di 22 milioni di euro.

Prevista anche la realizzazione del collegamento ferroviario con l’aeroporto Costa Smeralda, inserito tra i progetti PNRR e per un investimento complessivo di 170 milioni di euro, che consentirà un’ulteriore opportunità di sviluppo e una maggiore fruibilità del servizio grazie alla realizzazione della nuova fermata in corrispondenza dell’ospedale e all’interscambio modale con l’aeroporto. In tale ambito verrà realizzata una seconda fase di potenziamento delle dotazioni infrastrutturali di Olbia Terranova che migliorerà ancora le capacità della stazione per i collegamenti da/per l’aeroporto.

All’inaugurazione della nuova stazione erano presenti il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas, il sindaco di Olbia Settimo Nizzi, l’assessore dei Trasporti della Regione Sardegna Giorgio Todde, e l’amministratrice delegata e DG di RFI Vera Fiorani.

Gli interventi rappresentano un primo passo importante per il potenziamento dell’offerta commerciale del nodo trasportistico della città, in particolare per le relazioni Olbia-Cagliari/Sassari interessate dalla nuova fermata, che garantirà un sensibile incremento dei livelli di accessibilità al servizio ferroviario cittadino, così come stabilito nell’accordo quadro di Trasporto Pubblico Locale di maggio 2020 sottoscritto tra RFI e Regione.

Sempre con Regione Sardegna è inoltre in corso l’interlocuzione per un ulteriore potenziamento dell’offerta commerciale attraverso una serie di interventi sulla linea Olbia-Golfo Aranci per la creazione di un nodo intermodale “esteso” fra le due località. Inoltre, in considerazione del ruolo centrale della città di Olbia nel sistema trasportistico sardo, sono state avviate una serie di interlocuzioni con gli stakeholder di riferimento finalizzate a individuare nuove opportunità di servizio che soddisfino l’evoluzione infrastrutturale della rete nei prossimi anni.