• 21 Luglio 2024
  •  

Incendiata nella notte l’auto del sindaco di Bono Michele Solinas

Sindaco di Bono
Solidarietà e vicinanza è stata espressa dal presidente della Regione Solinas e dal presidente dell’Anci Sardegna Deiana.

Attentato incendiario nella notte a Bono, dove è stata data alle fiamme l’auto del sindaco, Michele Solinas. La vettura, un Audi A4, era parcheggiata sotto casa. Allertati dallo stesso Solinas sul posto sono subito intervenuti i Vigili del Fuoco del locale distaccamento che hanno domato il rogo e preparato una relazione sull’accaduto. «Attendo di conoscere quanto scritto nel documento ma non ci sono dubbi che il rogo sia doloso e che sia riconducibile alla mia attività di amministratore – ha detto all’Ansa il primo cittadino di Bono –. Sono molto amareggiato per quanto accaduto e questo atto mi rattrista. Non ho nemici e svolgo il mio incarico nell’esclusivo interesse della comunità. Di sicuro andrò avanti nel mio mandato e non mi faccio fermare da questi atti che, secondo me, sono di singoli».

Ferma condanna per il gravissimo atto è stata manifestata dal presidente della regione Christian Solinas. «Esprimo la massima solidarietà e vicinanza, mia e di tutta la Giunta, al sindaco di Bono, Michele Solinas, per il gravissimo attentato subìto, un gesto ancor più vile perché commesso contro chi ogni giorno è impegnato a lavorare con dedizione per il benessere della propria comunità».

«Contro questi atti criminali – ha aggiunto il Presidente – serve la più ferma condanna da parte delle istituzioni e di tutti i sardi, e il totale supporto alle forze dell’ordine che garantiscono la sicurezza nel territorio, con l’auspicio che i responsabili del gesto vengano al più presto individuati».

Vicinanza al primo cittadino è stata espressa anche dal presidente dell’Anci Emanuele Deiana. «Non poteva esserci risveglio peggiore. Stamattina presto sono stato avvisato dell’attentato al sindaco di Bono, l’amico Michele Solinas. Nella notte, una mano criminale, ha incendiato l’auto del sindaco sotto la propria abitazione. Ancora una volta un sindaco, un amministratore comunale è fatto oggetto di un vile attentato. Personalmente e a nome di ANCI Sardegna esprimo a Michele — con cui ho già parlato stamattina — la totale vicinanza a lui, alla sua famiglia, ai suoi collaboratori e alla comunità di Bono che non merita un simile sfregio», ha concuso Deiana.

Sull’accaduto indagano i Carabinieri.

Muscas con Foto 1

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.