• 3 Dicembre 2022
  •  

Intensa due giorni nel segno di Ewos 2022 per il Panathlon Club Ozieri

Ozieri 24.09.2022 Interclub Area 13 con gli atleti della Prometeo

OZIERI. Intenso fine settimana, quello scorso, per i Soci del Panathlon Club Ozieri che, come da consolidata tradizione, sono stati protagonisti dell’edizione 2022 della Settimana Europea dello Sport (Ewos) che ha visto Istituzioni, Enti, Panathlon International e il mondo dell’Associazionismo sportivo di tutta l’Europa, impegnarsi in diverse attività e manifestazioni con  l’obiettivo principale di promuovere lo sport e indirizzare le comunità verso il mantenimento di uno stile di vita sano, l’invecchiamento attivo, la coesione sociale e l’inclusione. 

ASD Junior Ozierese

Due le iniziative portate a termine dal  service-club ozierese: una venerdì 23 settembre u.s. con partner privilegiato l’ASD Junior Ozierese Calcio, che dei valori panathletici fa dei veri e propri principi fondanti, e che ha riunito al “Meledina” di San Nicola atleti, tecnici e dirigenti della giovane Società calcistica logudorese ed il Panathlon Club ozierese. Dopo i saluti di prammatica, presente anche l’assessore allo Sport Alessandro Tedde, che ha portato il saluto dell’Amministrazione comunale di Ozieri, è stata data lettura della Carta dei diritti del ragazzo nello Sport e della Carta dei doveri del genitore nello sport, e quindi le stesse sono state sottoscritte dai rispettivi presidenti per essere poi esposte nella sede sociale, per una bella serata all’insegna dei più genuini valori sportivi e panathletici.

«Il nostro motto è Ludis iungit, lo sport unisce – è stato sottolineato da parte dei rappresentanti del Panathlon Ozieri – e siamo particolarmente contenti di condividere questa giornata con la Junior Ozierese. In chiusura la distribuzione di gadgets panathletici e gli immancabili propositi di iniziative congiunte similari nel prossimo futuro.

Pubblicità Logudorolive 2

Il giorno successivo, una forte testimonianza del valore universale dello sport è venuta dai trapiantati d’organo e dializzati dell’Associazione Prometeo, che, alla presenza del Governatore dell’Area 13 del Distretto Italia e di panathleti dei club di Ozieri, Sassari ed Alghero, hanno nobilitato  insieme al presidente della Sezione AIDO di Ozieri Virgilio Pirastru ed al rappresentante dell’AITF di Sassari Marco Di Battista, un partecipato Interclub, tenutosi a “Sa Tanca ‘e sos Muros Rujos” Ozieri.

Il presidente della Prometeo Pino Argiolas ha ripercorso l’esperienza sua e degli atleti Giovanni Fadda, Enrico Pitzalis e Paolo Perra, presenti all’Interclub, nel corso dei recenti Campionati europei per Trapiantati e Dializzati di Oxford. Una testimonianza davvero pregnante, quella di Argiolas e soci, che hanno voluto sottolineare che, nella circostanza, chi ha vinto medaglie (e ne sono state portate a casa diverse, anche di metallo nobile) o semplicemente partecipato, non era solo, ma in compagnia di chi, donando l’organo, ha consentito loro “una nuova vita”  anche per il tramite dello sport, enfatizzando inoltre come, purtroppo, per il Covid ed altri motivi, in Sardegna le donazioni siano attualmente ai minimi storici ed invitando tutti i presenti a promuovere il nobile gesto. 

Una due giorni importante, che non si poteva certo chiudere meglio e che, sia sul versante dello sport a livello giovanile che su quello dello sport presso le fasce deboli, potrebbe vedere, verosimilmente presto, importanti sviluppi anche a livello regionale.

Mamma in Sardegna