• 18 Maggio 2022
  •  

Ippodromo Chilivani, previsioni e pronostici per la 5^ giornata di corse primaverili

Ippodromo Chilivani cavalli e fantini tondino

Ippodromo di Chilivani – 13 maggio. La riunione primaverile si inoltra verso le prove “clou” dando spazio a varie altre categorie di cavalli, in particolare consentendo il debutto a quei soggetti che, per motivi diversi, non sono ancora scesi in pista.

Si inizia questo pomeriggio alle 15:15 con una reclamare per purosangue inglese di tre anni, distanza 1200 metri, Premio Prof. Sebastiano Lepori, con solo sei iscritti fra i quali segnaliamo Calamoresca che, se saprà tornare ai suoi giorni migliori, potrebbe spuntarla su Priol de l’Alguer mettendo a profitto i 4 kg. e ½ di handicap che questi le rende. Furibondo sulla distanza breve dovrebbe battersi per la miglior piazza. Da non trascurare Scatola chiusa.

Al “turfman” compianto Antonio Lepori, factotum della Scuderia L3C, è dedicata la corsa per le femmine debuttanti di p.s.i. di due anni, con soli cinque partenti sulla distanza breve dei 1000 metri. Calasabina si presume la più in forma se è vero che avrebbe dovuto debuttare a Roma qualche settimana fa, ma per un imprevisto non ha potuto raggiungere l’ippodromo delle Capannelle. Divina de l’Alguer allevata dall’appassionato signor Domenico Manca per i colori della San Giuliano dovrebbe ben figurare insieme ad Andromeda il cui riferimento parentale conduce all’ottima performer Danielina.

Essebi Cossu

Pochi gli iscritti anche all’Handicap Cantine Nepente di Oliena per purosangue di 4 anni ed oltre, sulla distanza classica dei 2400 metri. Gettyto, cavallo di esperienza reduce da risultati di rilievo in ippodromi del Continente, appare il pretendente più temibile ma non saranno certo d’accordo Dawak e Bora de l’Alguer. Da Piattu Oro si attende un valido test sulla distanza.

La condizionata Domita Case in Legno per puledri anglo arabi a fondo arabo, propone un campo di partenti ricco di protagonisti e comprimari. A Cominciare da Danubio blu vincitore nella giornata di apertura della riunione, continuando con Luci del Monte Acuto che ritroverà Diana de Bonorva battuta di una sola testa alla quale peraltro rende 4 kg di peso. Anche Dorinda e Domiziano latino hanno messo in mostra buone qualità e dovranno dimostrare di essere progrediti così come non bisogna trascurare Panorama da Clodia che senz’altro sarà venuta in avanti.

Alla quinta il Premio Cantine Puddu di Oliena mista per anglo arabi debuttanti con discarico di 5 kg per quelli a fondo arabo. Difficile fare dei pronostici non avendo riferimenti sul grado di preparazione raggiunto da ciascun concorrente. Ci si può affidare ad un esame delle genealogie anche apparentemente superficiale ma basato sulle aspettative legate al debutto in corsa dei primi prodotti di Vintinoe, già vincitore del Derby sardo e dei francesi Hasawood des Bordes e Ragtime Pontadour che si è già illustrato con De Tzaramonte, vincitore di due corse.

In chiusura il Premio Grandi Arredi Srl per anglo arabi di 4 anni ed oltre sulla distanza dei 1800 metri, affollato di pretendenti, non evidenzia un netto favorito. Possiamo prendere in considerazione le buone prove di rientro di Zygo (4°) e Cumparsita del Monte Acuto (5°) che potrebbero avere i mezzi per imporsi. Ma non bisogna ignorare l’esperta Baruffa temprata alle più dure battaglie, mentre fra i quattro anni sono da ben considerare Cristal Cor, Cicala, Curiosone e Cathmandu day.

Diego Satta

In copertina: Cavalli e fantini al tondino prima della corsa (foto Diego Satta)

Leggi anche: IPPODROMO DI CHILIVANI: I RISULTATI DELLA QUARTA GIORNATE DI CORSE

Margherita Molinu
Michele Falzoi