• 16 Giugno 2021
  •  

Ippodromo di Chilivani: risultati dell’ottava giornata di corse

Ippodromo di Chilivani – sabato 5 giugno 2021. Pomeriggio afoso ma ventilato, con cielo coperto, per questa ottava giornata della primaverile, penultimo atto della riunione che già assapora l’emozione e l’attesa per il Meeting internazionale dell’arabo e dell’anglo arabo. Qualche soggetto è infatti rimasto ai box per risparmiare le migliori energie per le prove più importanti.

Si ricorda l’ippico Ciccheddu Pes, alla prima corsa per puledri purosangue di due anni sulla distanza breve che vede la favorita Calamoresca (G.G. Solinas-A. Cottu-A. Fadda) subito al comando tallonata da Furibondo che avanza qualche pretesa ma, alla piegata, sbanda verso l’esterno ed esce di scena. La battistrada intensifica il ritmo e giunge indisturbata al palo con 5 lunghezze su Ral de l’Alguer che a suo volta regola Sa Filonzana e Lagana de l’Alguer.

Stessa distanza dei 1200 metri per i concorrenti al Premio Giuseppe e Guido Bonsignore, per purosangue di 4 anni ed oltre, che regala il primo successo in terra sarda ad Amatrice Romana (Erika Cupelli-R. Montagna-S. Gessa). Dopo prolungate scaramucce tra Pintor Fisich e Vivinca Ollolaesa, quest’ultima è ancora in quota a metà dirittura, quando si fa luce in bello stile Amatrice Romana che progredisce sino al palo contenendo il ritorno del coriaceo Sud Sound System. Vivinca al fotofinish conquista il terzo posto ai danni di Pintor Fisich.

Nel Premio Pasquale Buesca, Bolero de Florinas (G. Gattu-A. Cottu-A. Fadda) compie un piccolo capolavoro adottando la tattica della falsa andatura. Va subito in testa e conduce per tutto il percorso tallonato da Artigiano e Asmirapi, rimane in quota ancora all’ingresso in dirittura quando non cede ma allunga e stacca facilmente, invano inseguito da Baruffa che pure, a sorpresa, da scacco matto ad Aquila de Aighenta e a Regal Lady. Nessun giocatore ha indovinato la combinazione vincente della trio e il vincente ha pagato una quota di 9/1.

Ancora una maiden per puledri anglo arabi a fondo inglese, il Premio Capichera, con gabbie affollate, distanza dei 1800 metri. A liberarsi della qualifica di Maiden è stato il baio Coronas (G. Mura-) allenato e montato con sagacia da Gian Luca Fresu, menando la danza da un capo all’altro e respingendo il tentativo di aggancio da parte di Carmenna. Risultato abbastanza imprevisto il suo che ha pagato il vincente con una quota di oltre 15 a 1. Terzo Cathmandu Day, quarta Castellana.

Alla quinta il Premio Panificio Salis l’altra Maiden della giornata per gli anglo arabi a fondo arabo, stessa distanza, quattordici cavalli alle gabbie. Si incarica di fare l’andatura Clarissa Starling che insiste sino alla piegata quando prendono posizione Cuore Sauro e Califfo CPS che, lungo la retta di arrivo, danno vita ad un entusiasmante testa a testa conclusosi sul palo con una corta testa a favore di Califfo CPS (Paolo Puddu-A. Cottu-A. Deias) che ha trovato finalmente la giornata giusta per esprimersi al meglio. Al terzo posto una generosa Chiocciola, al quarto posto Clarisse Starling.

Conclude la serata il Premio dedicato al fantino Palmerio Agus, l’indimenticato Pagnottella che ha calcato le piste italiane ai massimi livelli. Fra gli otto purosangue di tre anni al via, Gribu de l’Alguer, che godeva dei favori del pronostico, non ha tradito le attese dominando la corsa con piglio autorevole, sempre nelle prime posizioni, sfoderando la giusta progressione in dirittura per mettersi al riparo dal bel finale di Piattu oro che precede Daori de l’Alguer e La Cumbia. Si registra la doppietta di Lello Fadda e la tripletta dell’allenatore Antonio Cottu. Prossima giornata all’ippodromo di Chilivani, sabato 12 giugno con il Meeting Internazionale.

Diego Satta

In copertina: l’arrivo di Bolero de Florinas nella terza corsa (foto Diego Satta)

Leggi anche: IPPODROMO DI CHILIVANI: PROGRAMMA CORSE DI SABATO 5 GIUGNO