• 25 Settembre 2021
  •  

Ippodromo di Chilivani, risultati della quarta giornata della riunione estiva

Il pomeriggio ippico di sabato 11 settembre all’Ippodromo di Chilivani è iniziato con il Memorial Sandro Saba riservato ai Gentlemens Riders sulla distanza dei 1800 metri. Crastu de l’Alguer (Scuderia S. Giuliano-F. Oppes) ben montata da un ritrovato Daniele Zucca, rispetta pienamente il pronostico e assume subito l’iniziativa galoppando di buona lena allo steccato, tallonata da Wizard of Love che cerca di resistere al suo primo scatto all’ingresso in dirittura per poi arrendersi alla potente progressione della femmina che lo distanzia di 4 lunghezze mentre ad ulteriori 8 lunghezze completano il marcatore Via Parione e Angel You.

Avvincente il Premio Sa Bicocca per i purosangue arabi, distanza dei metri 1800, nel quale Corsaro assume il compito di battistrada, seguito da Chalifa, Caravaggio e Cleopatra Nulese, più indietro il favorito Canio. Corsaro conduce sino all’ingresso in dirittura e tenta di difendere la sua leadership ma niente può contro lo scatto vincente di Cleopatra Nulese (F. Cappai-L. Godani-M. Arras) che coglie il primo successo in carriera, davanti al rinveniente Canio, Caravaggio by Royal e Corsaro.

La terza corsa dedicata ad Antonio e Giovannino Peralta, per purosangue di 3 anni sui 1800 metri, è andata ai due soggetti debuttanti a Chilivani, provenienti da ippodromi del continente. Piattu Oro conduce allo steccato rivaleggiando con Braccialetto rosso sino all’ingresso in dirittura. Scatta ancora Piattu Oro tentando la fuga ma progrediscono la femmina  Lawlors (Lai G. e T.-M. Migheli-M. Arras) a centro pista e Pulsing Heart infilandosi in un varco allo steccato, i quali finiscono nell’ordine. Lawlors rendeva buon peso agli avversari e, nonostante ciò, ha vinto evidenziando altra categoria. Bora de l’Alguer è terza, il generoso Piattu Oro solo quarto.

La condizionata Sarda Affari per i puledri anglo arabi, sulla distanza dei 2300 metri, ha visto Carlo Magno andare a condurre per lungo tratto sino all’ultimo curvone dove si accende la lotta per le migliori posizioni con Coronas che si presenta in testa allo steccato, inseguito da Cerru de Aigenta. Scatta anche Carakas Girl (M. Murrocu-A. Cottu-G. Sanna) che alla fine riesce a rimontare il fuggitivo cogliendo il suo primo successo in carriera. Deludente la prova di Capriolo de Bonorva che tenta lo scatto in dirittura ma non va oltre il quarto posto, preceduto da un buon finale di Cerru de Aighenta.

Il Premio Luigi Zappareddu per gli anglo arabi anziani, sulla distanza dei 2300 metri, ha visto soltanto quattro partenti con Bayla Me che si incarica dell’andatura e conduce sino al completamento della dirittura opposta quando assume l’iniziativa Buran (PG. Marcello-GM. Pala-A. Fiori) che, all’ultima piegata, conquista lo steccato e poi progredisce indisturbato lasciando Baobab a quasi tre lunghezze e Bobborino più distante.

In chiusura il Premio che ricorda Antonello Nuvoli, coordinatore per decenni del Totalizzatore, e della sorella Rossana, per anglo arabi maiden sulla distanza inedita dei 1000 metri, ha premiato l’attitudine alla velocità dimostrata da Carismatica (AG. Nughes-L. Godani-A. Citti) che è la più lesta a scattare al comando accumulando buon vantaggio che riesce a mantenere al palo, seppure di un’ incollatura, nei confronti di Cicala protagonista di un incredibile recupero. Completano l’ordine di arrivo Cucciola per Toni e Cuzia.

Diego Satta

In copertina: Cleopatra Nulese vince il Premio Sa Bicocca (foto Monica Scano)

Leggi anche: IPPODROMO DI CHILIVANI, QUARTA GIORNATA DELLA RIUNIONE ESTIVA