• 22 Gennaio 2022
  •  

Jerzu, 2 arresti in flagranza di reato per detenzione abusiva di armi

Rinvenuta dai Carabinieri una pistola, un fucile artigianale e diverse cartucce. Ai domiciliari due fratelli di 39 e 31 anni.

Nel corso della mattinata odierna e al termine di una rapida attività d’indagine, i Carabinieri della Compagnia di Jerzu hanno arrestato in flagranza di reato, per detenzione abusiva di armi, due fratelli jerzesi: A.M. di anni 39 e A.C. di anni 31, entrambi idraulici. L’operazione è scattata quando una persona di Osini ha presentato ai Carabinieri della locale Stazione una denuncia riguardante il furto di attrezzatura da cantiere per un valore complessivo di circa 3.000 euro.

A seguito delle indicazioni fornite dal derubato, i militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Jerzu, supportati dai colleghi della locale Squadriglia e delle Stazioni di Osini, Tertenia e Jerzu, hanno effettuato una perquisizione nell’officina in uso ai due fratelli. Pur non riuscendo a recuperare la refurtiva, i militari hanno però rinvenuto una pistola Glock calibro 9×21 dotata di caricatore e matricola, un fucile artigianale realizzato mediante tubi in acciaio e perfettamente funzionante, nonché 10 cartucce di vario calibro.

Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro per successivi accertamenti, che saranno finalizzati anche ad individuare l’esatta provenienza dell’arma corta dotata di matricola. I due fratelli, come da disposizioni dell’Autorità Giudiziaria, sono stati condotti nelle rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari. Dovranno rispondere di detenzione abusiva di armi e munizioni in concorso.