• 24 Luglio 2021
  •  

Malumore tra i Riformatori del Monte Acuto dopo l’abbandono di Satta

Riformatori del Monte Acuto – Nieddu e Satta

I Riformatori del Monte Acuto prendono le distanze dalla scelta di Satta. Il sindaco di Berchidda Andrea Nieddu ribadisce il suo impegno per il territorio, il partito e lo sviluppo della Sardegna.

La notizia del cambio di casacca di Giovanni Antonio Satta, passato dai Riformatori Sardi al neonato gruppo Forza Sardegna, ha destato stupore e un certo malumore tra gli esponenti del partito presenti nel Monte Acuto. Una decisione che coglie impreparati i vertici del partito e allo stesso tempo pone diversi interrogativi al gruppo territoriale che aveva sostenuto la candidatura di Satta in Regione.

Sulla delicata questione è intervenuto il sindaco di Berchidda Andrea Nieddu, tra gli uomini di punta dei Riformatori del Monte Acuto. «Non conosco le motivazioni alla base dell’abbandono dell’onorevole Satta – ammette Nieddu –, che rimane solo e unicamente una sua scelta personale».

Studio legale Niedda Masala

«La perdita del primo consigliere regionale dei Riformatori sardi eletto in Gallura e nel Monte Acuto – prosegue il sindaco di Berchidda – è un duro colpo per il partito, che impone una riflessione profonda e una riorganizzazione del partito sia a livello locale che regionale».

Nel prendere atto della situazione Nieddu comunque non si tira indietro e conferma il suo impegno. «Continuerò a lavorare per il territorio e per il partito dei Riformatori sui temi di sviluppo della Sardegna che seguiamo da tempo».

«Ora – continua – non bisogna però perdere di vista i contenuti dell’azione politica, soprattutto in vista delle prossime elezioni strategiche come quella della città di Olbia».

A livello regionale, l’uscita di scena di due consiglieri regionali dalle file del partito dei Riformatori sardi (oltre a Satta anche Alfonso Marras) avrà sicure conseguenze negli assetti della Giunta regionale.

Il presidente Solinas, infatti, sarà chiamato nei prossimi giorni a nominare un nuovo assessore ai Lavori pubblici. Tra i possibili candidati qualcuno parla insistentemente dell’attuale direttore del Mater Olbia Franco Meloni.

Ma, secondo altri, tra i papabili della Gallura, ci sarebbero anche Giovanni Pileri, attuale coordinatore provinciale del partito e lo stesso Nieddu. Due uomini, altrettanto preparati per guidare l’assessorato lasciato scoperto dal compianto Roberto Frongia.

Giuseppe Mattioli

Nella foto di copertina: il sindaco di Berchidda Andrea Nieddu e il consigliere regionale ed ex sindaco di Buddusò Giovanni Antonio Satta.

Leggi anche: GIOVANNI ANTONIO SATTA LASCIA I RIFORMATORI PER FONDARE FORZA SARDEGNA