• 6 Dicembre 2022
  •  

Monti, celebrata la ricorrenza del 4 Novembre all’insegna della tradizione e del rinnovamento

Ricorrenza 4 novembre Monti
Nel corso della manifestazione assegnate anche le borse di studio agli studenti più meritevoli.

MONTI. In un contesto internazionale gravido di guerre, distruzione, lutti, disperazione e crisi economica, dove a soccombere sono gli ultimi, anche a Monti si è celebrata nel segno della tradizione e del rinnovamento la ricorrenza nazionale del 4 novembre, festa delle Forze Armate e giorno dell’Unità d’Italia. Il parroco, don Pierluigi Sini, ha celebrato la Messa in suffragio dei caduti di tutti le guerre. Presenti, l’Amministrazione comunale con il vice sindaco Alessandra Lutzu (assente il sindaco per motivi personali), gli assessori Piero Casu e Debora Tuveri, alcuni rappresentanti del Consiglio comunale, il comandante della Stazione dei Carabinieri, il luogotenente Andrea Senes, il brigadiere Pier Francesco Casula, i rappresentanti del Corpo Forestale, della Polizia Municipale, della Compagnia barracellare, alcuni genitori degli studenti che hanno ottenuti la borsa di studio da parte dell’Amministrazione comunale.

Monti ricorrenza 4 novembre

È stata anche una festa del rinnovamento: la Messa è stata solennizzata dal maestro Alessandro Pani, laureato al Conservatorio di Sassari ed ex bersagliere, che ha fatto parte della fanfara e che con la sua tromba ha suscitato emozioni. Il successivo corteo, partendo dalla parrocchiale, ha raggiunto il monumento ai Caduti, dove sono convenuti tutti gli alunni della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo di Monti, accompagnati dai docenti. Il vice sindaco Lutzu ha deposto una corona di fiori dopo la benedizione, impartita dal parroco, mentre il maestro Pani suonava il “silenzio” ed il picchetto d’onore, comandato dal luogotenente Senes, si schierava sull’attenti.

Un momento significativo, che non ti aspetti, è avvenuto quando alle note dell’Inno d’Italia, che risuonavano nella piazza del monumento, ha fatto eco il canto degli alunni. Quindi il discorso del vice sindaco Lutzu che si è soffermato sul profondo significato della ricorrenza del 4 novembre, sulle disgrazie delle guerre (vedi Ucraìna), ed il valore della pace! L’assessore alla Cultura e P.I., Debora Tuveri, ha ricordato che l’amministrazione comunale, come ogni anno, durante questa ricorrenza, assegni le borse di studio agli studenti più meritevoli, attribuite per la prima volta anche a neo laureati.

Questi i premiati: Gioele Abeltino, 3^ secondaria I grado; Angelica Ledda 3^ secondaria I grado; Angelo Piredda 3^ secondaria I grado; Elena Pisanu 5^ classe secondaria II grado; Piera Angela Luciano 5^ classe secondaria II grado, Giuseppina Tomasina Murgia 5^ classe secondaria II grado; le neo laureate: Sara Isoni, Marina Murgia e Patrizia Tuveri.

Giuseppe Mattioli

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Pubblicità Logudorolive 2