• 1 Agosto 2021
  •  

Non si arresta il declino demografico di Ozieri: in 30 anni persi 1600 abitanti

Il declino demografico di Ozieri


OZIERI. Nel 1991 Ozieri aveva poco meno di 12mila abitanti, esattamente 11.830. Ora, invece, a distanza di 30 anni la popolazione, secondo l’ultimo dato riferito al 31 dicembre del 2020, conta solo 10.271 residenti. Un saldo negativo di 1.559 unità, come dire che a Ozieri è sparita una comunità grande quanto il comune di Tula.

Analizzando i dati sull’andamento demografico degli ultimi 20 anni, dal 2001 al 2020, si denota inoltre un decremento di 1.053 abitanti, con una accelerazione sostanziale dal 2011 in poi (-610 residenti).

Da evidenziare, in questo lasso di tempo, il preoccupante andamento degli ultimi 3 anni. Nel 2018 Ozieri contava infatti 10.555 abitanti, ciò significa che in mille giorni sono state perse 284 unità e che tra 2 o 3 anni la città è destinata a scendere sotto la soglia dei 10mila abitanti, come nel lontano 1936.

Nuove province: il silenzio della città


Questi dati, nudi e crudi, sono allarmanti per tanti motivi, uno su tutti perché evidenziano il decadimento del capoluogo del Logudoro che sta perdendo inesorabilmente la sua identità, in un territorio sempre più spopolato e nel quale ormai non è più riconosciuto come centro-guida. La tanto decantata città-territorio di cui molti parlano forse non è mai esistita, se non a livello sanitario, men che meno di questi tempi. Una riflessione su questo aspetto va fatta celermente, specialmente ora che saremo chiamati a scegliere se risposare Sassari o accasarci con la neo provincia del Nord-Est. Dunque, un tema di stretta attualità e di estrema importanza per tutto il territorio che però, inspiegabilmente, non scalda i cuori e gli interessi di nessuno. Un silenzio assordante regna sovrano nell’ex perla del Logudoro, dove snobismo e apatia sono sempre più sentimenti assodati.