• 18 Settembre 2021
  •  

Oschiri, appuntamento sabato con “Sos Cantadores Logudoresos”

OSCHIRI. “Aspettando la tre giorni” dedicata agli anziani di Oschiri, la Fondazione Giovanna Sanna, in collaborazione con l’Associazione Ammentos, presenta “Sos Cantadores Logudoresos”, in programma sabato prossimo (4 settembre 2021), con inizio alle ore 21,00. La manifestazione si svolgerà presso i locali della Fondazione Giovanna Sanna, in piazza Monsignor Bua a Oschiri.

Si esibiranno i cantadores Roberto Murgia, Giandaniele Calbini e Pino Masala, con l’accompagnamento musicale di Nino Manca alla chitarra, Gianuario Sannia alla fisarmonica e Peppe Perinu all’organetto. Presenta la serata Mario Zamburru. Mentre, la presidente Tiziana Sanna porterà il saluto della Fondazione. La serata è organizzata nel rispetto delle direttive ministeriali anti Covid.

La manifestazione si inserisce fra due iniziative, assunte dagli stessi promotori, che animano la comunità di Oschiri: la riuscitissima seconda edizione “Ugoletta d’oro” dello scorso 10 luglio e, in particolare la Fondazione, le tre serate dedicate agli anziani del paese. Manifestazione quest’ultima ideata dal grande Emanuele Sanna, (meglio conosciuto come Lelle) alla fine degli anni Novanta, e vivamente attesa con l’obiettivo di dare un tributo ai centenari e novantenni del paese.

Quest’anno sarà rinnovata nello svolgimento, non certamente nello spirito, e si articolerà in tre giornate: una gita riservata agli anziani, ma aperta a tutti anche ad un contesto giovanile, per una migliore integrazione, una serata dedicata all’organetto diatonico e infine la terza, il 27 novembre 2021, con la celebrazione di una solenne Messa presieduta dal vescovo di Ozieri Corrado Melis, al termine della quale verranno consegnate le medaglie d’argento ai novantenni e d’Oro ai centenari accompagnate da una pergamena.

Ora, in attesa di quegli eventi, come cita il manifesto, una sorta di anteprima, per gli oschiresi e gli amanti di questo tipo di manifestazione canora-musicale-tradizionale, che avranno l’opportunità di godere di un interessante spettacolo, e potranno ammirare “Sos Cantadores Logudoresos” e “Sos sonadores a chiterra, fisarmonica e sonette”, con un tuffo nella tradizione etno-musicale, che ha sempre la sua suggestione e richiamo.

Giuseppe Mattioli

Nelle foto: un momento della seconda edizione “Ugoletta d’oro”