• 25 Luglio 2024
  •  

Ozieri, con il concorso “Un Poster per la Pace” il Lions Club chiude un anno ricco di iniziative

Alessandra manea un poster per la pace
Il primo premio è andato al disegno della studentessa Alessandra Manea del plesso Grazia Deledda. Il presidente Giuseppe Crabolu: «Tutti i ragazzi si sono distinti con degli elaborati di alto spessore».

OZIERI. Tante iniziative significative anche a fine anno per il Lions Club di Ozieri, che nei giorni scorsi ha chiuso il 2023 con la consegna al teatro “Fallaci” del premio “Un Poster per la Pace” andato anche quest’anno alla studentessa Alessandra Manea, della 3C del plesso Grazia Deledda dell’istituto comprensivo. La premiazione si è svolta nei giorni scorsi all’interno del saggio di fine anno degli alunni del Corso Musicale della scuola media, che ha visto anche la consegna degli attestati Cambridge di lingua inglese, e oltre che il primo posto di Alessandra ha segnato anche i due terzi posti ex aequo di Nicolas Coiladu e Riccardo Carta della 2B Grazia Deledda e la seconda classificata Sara Salis della 3F di Chilivani.

«Tutti i ragazzi (molti dei quali sono stati premiati anche con una menzione ndr) si sono distinti con degli elaborati di alto spessore – ha commentato il presidente del Lions Club Giuseppe Crabolu –. Incoraggiare la creatività e la riflessione sui temi di fondamentale importanza, come la pace – ha aggiunto -, è per noi uno degli aspetti primari della nostra attività».

Poster per la pace

Con questa iniziativa il Lions Club chiude l’anno contraddistinto come sempre nel sostegno della comunità locale, che nelle ultime settimane ha visto il sodalizio attivo in tante altre attività: come la partecipazione alla Giornata nazionale della raccolta alimentare, nella quale i soci hanno dimostrato un forte senso di solidarietà contribuendo al benessere delle persone in difficoltà o l’entusiastica partecipazione al Premio Ozieri e al Premio Logudoro.

Raccolta alimentare Lions Club
I soci Lions impegnati nella Giornata della raccolta alimentare

Altri momenti di grande rilevanza sono stati l’organizzazione nel museo di arte sacra della mostra “L’arte per L’arte (arte come servizio  sociale)” che aveva come finalità la raccolta fondi per il restauro del Retablo maggiore del Maestro di Ozieri e il service “Viva Sofia” sulle manovre di disostruzione e sul corretto utilizzo del defibrillatore, che ha visto la partecipazione di 18 corsisti, promosso in collaborazione con gli istruttori Blsd della Re-Heart Marco Serra, Ivano Punzurudu e Rita Achenza».

Corso disostruzione Lions Club
I partecipanti al service “Viva Sofia” sulle manovre di disostruzione e sul corretto utilizzo del defibrillatore

«Il Lions club conferma il suo impegno costante nel mettere al centro della propria attività il servizio alla comunità, testimoniando la forza e l’importanza del volontariato nella costruzione di un mondo migliore», conclude il presidente Crabolu.

A.C.

In copertina: la studentessa Alessandra Manea, prima classificata al concorso “Un Poster per la Pace”

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.