• 24 Aprile 2024
  •  

Ozieri, divieto di detenzione armi e avviso orale per un 53enne

Auto Carabinieri
Notificati nei giorni scorsi all’uomo due provvedimenti amministrativi del Prefetto e del Questore di Sassari. L’allevatore lo scorso dicembre, dopo aver provocato un grave incidente stradale, è stato denunciato per diversi reati: guida in stato d’ebbrezza, porto abusivo di fucile e omessa denuncia di munizioni.

OZIERI | 23 marzo 2024. Un allevatore ozierese di 53 anni nei giorni scorsi è stato raggiunto da due provvedimenti amministrativi, emessi dalle autorità provinciali di pubblica sicurezza di Sassari, dopo le denunce per guida in stato d’ebbrezza, porto abusivo di armi da fuoco e omessa denuncia di munizioni. I fatti risalgono allo scorso mese di dicembre, quando l’uomo è stato sottoposto a controllo a seguito di un grave incidente stradale da lui provocato poco fuori dal centro abitato di Ozieri, lungo la Provinciale 1 che porta a Chilivani. Con la sua utilitaria Fiat, affrontando a velocità sostenuta una curva, ha invaso la corsia di marcia opposta scontrandosi frontalmente con un altro veicolo e causando serie ferite al conducente, successivamente accompagnato d’urgenza al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Ozieri, dove poi è stato ricoverato.

Subito intervenuti i Carabinieri delle Stazioni di Ozieri e Pattada e l’autoradio dell’Aliquota Radiomobile, avviate le verifiche il 53enne è risultato con un tasso alcolemico nel sangue di molto superiore ai limiti di legge. Pertanto è scattato il ritiro della patente, la decurtazione di ben 10 punti ed il sequestro della vettura. Da un ulteriore controllo i Militari hanno poi trovato nei sedili dell’auto un fucile da caccia calibro 12 ed una confezione di cartucce a pallettoni. L’uomo si è giustificato mostrando il porto d’armi, ma purtroppo per lui era scaduto da due anni.

Disposta anche un perquisizione domiciliare, gli uomini delll’Arma hanno riscontrato un’altra irregolarità relativa alle munizioni detenute in numero superiore a quello denunciato alle Autorità. A questo punto l’allevatore è stato deferito a piede libero per “guida in stato di ebbrezza alcolica, porto abusivo di arma comune da sparo in luogo pubblico ed omessa denuncia di munizioni a palla”. Inoltre, in via cautelare i Carabinieri hanno anche proceduto al sequestro cautelare di tutte le armi, fucili e pistole, che il 53enne custodiva, legalmente, nella sua abitazione di residenza.

Nei giorni scorsi, sulla base di specifiche richieste avanzate dalla Compagnia Carabinieri di Ozieri, il Prefetto ha emanato nei confronti del denunciato il divieto di detenzione armi e munizioni, mentre il Questore si è espresso con l’Avviso orale, ovvero un ammonimento a tenere una condotta conforme alle legge ed alle regole del vivere civile.

I due provvedimenti sono stati notificati dal Comandante della Compagnia Carabinieri di Ozieri. Al termine dell’iter processuale, il fucile sequestrato sarà confiscato e distrutto, le altre armi ritirate in via cautelare invece sono state cedute a un soggetto terzo munito di un porto d’armi in corso di validità.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.