• 30 Luglio 2021
  •  

Ozieri, Forza Italia: «Il Comune eviti ogni forma di vessazione dei contribuenti»

Palazzo comunale di Ozieri

Tra le proposte del coordinamento cittadino di Forza Italia lo sgravio delle sanzioni e degli interessi di mora dalle tasse comunali e l’introduzione del “baratto amministrativo”.

OZIERI. «La recente massiva notifica da parte del Comune di Ozieri degli avvisi di accertamento ai fini Tari ai quali sta seguendo proprio in quest’ultimo periodo l’inoltro delle notifiche degli avvisi Imu e alla quale, ben presto, si aggiungerà la ripresa dell’attività di riscossione coattiva, impongono una riflessione immediata da parte dell’Amministrazione Comunale per cercare, quanto più rapidamente possibile, misure tese a trovare soluzioni che consentano ai contribuenti di affrontare le criticità che da economiche rischiano di diventare sociali».

È quello che si auspica il coordinamento cittadino di Forza Italia intervenuto con una nota stampa per evidenziare il problema e per invitare la Giunta comunale a venire incontro alle esigenze delle famiglie e delle attività produttive «in un periodo di sofferenza economica come quella che stiamo vivendo a causa del perdurare della pandemia».

Ceramiche Farina

Pur consci che l’emergenza sanitaria abbia rallentato il processo di efficientamento e organizzativo del settore tributario e che questo possa aver creato notevoli disallineamenti continuando a generare cartelle di riscossione, in molti casi errate o non allineate con precedenti segnalazioni in bonis, il Coordinamento ritiene «che non si possa non rimanere al fianco dei cittadini e del mondo delle imprese». Per questo motivo gli Azzurri si augurano innanzitutto che «il principio di imposizione fiscale dell’Amministrazione sia improntato a criteri di equità», evitando «quanto più possibile, ogni forma di vessazione dei contribuenti».

A livello nazionale si sta procedendo con uno sgravio in toto per un notevole numero di cartelle, per cui il Coordinamento ritiene «opportuno una presa d’atto da parte della Giunta», affinché intervenga con forza e si «attivi per essere d’ausilio alle famiglie ed al tessuto economico cittadino». «Chiediamo – continua il Coordinamento – che vengano adottate urgentemente una serie di misure che, nel pieno rispetto della legge, servano a diminuire il carico fiscale, in un momento decisamente inopportuno».

Studio legale Niedda Masala

Le richieste di Forza Italia: «In primo luogo, in rispetto all’applicazione del principio del favor rei per i contribuenti previsto nello Statuto del contribuente in tutti i casi “d’incertezza sull’applicazione della norma», chiediamo che si adotti una delibera di indirizzo con la quale si specifichi che gli avvisi di accertamento, in cui risultano differenze di misurazione delle superfici calpestabili, vengano sgravati dalle sanzioni e degli interessi di mora». 

«In secondo luogo – aggiunge il Coordinamento di FI – si introduca la possibilità di adottare, nei casi di necessità, forme alternative di reintegrazione del dovuto attraverso strumenti quali il “baratto amministrativo” che, visto il perdurare della grave situazione economica si dimostra quanto mai valido».

Tutto ciò sarebbe d’ausilio alle famiglie e alle attività economiche che hanno subito consistenti cali nei loro redditi, e consentirebbe di affrontare l’attuale momento di difficoltà che tutti stanno vivendo senza per questo far mancare gettito alle casse comunali.

«Di queste istanze si faranno portavoce i nostri rappresentanti di Progetto Ozieri nel prossimo Consiglio Comunale», conclude il Coordinamento cittadino di Forza Italia.

Che cosa è il baratto amministrativo

Il baratto amministrativo è stato inserito dal decreto “Sblocca Italia” del 2014, con esso i cittadini bisognosi possono pagare le tasse e i debiti con il fisco facendo ricorso al proprio lavoro fino all’esaurimento di quanto dovuto. I lavori possono essere ad esempio di pulizia, manutenzione, salvaguardia e valorizzazione di aree verdi, piazze, strade, recupero di immobili inutilizzati. Il decreto lascia ampi margini alle Amministrazioni comunali, le quali possono adottare in modo autonomo criteri e condizioni per la realizzazione dei lavori.

Giovanni Pala