• 4 Dicembre 2022
  •  

Ozieri. “Genitori connessi. Io, mio figlio e lo smartphone!!”, nuova proposta formativa del Centro Lares

Smartphone genitori connessi Centro Lares
Il progetto prevede percorsi esperienziali per genitori con figli di 6-10 anni di età. L’obiettivo è mettere in atto riflessioni e strategie educative preventive, con il fine di arginare eventuali forme di dipendenza tecnologica.

OZIERI. Continuano le proposte formative del Centro per la Famiglia Lares del PLUS – Distretto Sanitario di Ozieri sul fronte della sensibilizzazione e prevenzione di determinate problematiche sociali. Dal mese di luglio e fino a dicembre 2022 è stato ripristinato l’intervento di consulenza educativa, attivato con fondi ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani). In tale programma rientra il progetto “Genitori connessi. Io, mio figlio e lo smartphone!!”, rivolto a genitori con figli di 6-10 anni di età e che verrà sviluppato nei prossimi mesi di novembre e dicembre.

«I percorsi esperienziali proposti – spiegano le operatrici del Centro – partono dall’assunto che l’età media di utilizzo dello smartphone e dei dispositivi digitali si sia nel tempo sempre più abbassata. Secondo un recente sondaggio del Centro per la Salute del Bambino Onlus e dell’Associazione Culturale Pediatri, un bambino su cinque in Italia inizia a prendere contatto col cellulare durante primo anno di vita. Fra 3 e 5 anni di età, l’80% dei bambini è ormai in grado di usare il telefonino dei genitori».

Muscas con Foto 1

«Sulla base di questi e di altri dati – proseguono le operatrici –, è fondamentale per i genitori di figli 6-10 anni, mettere in atto riflessioni e strategie educative preventive, con il fine di arginare eventuali forme di dipendenza tecnologica che si possono sviluppare a partire dalla fase pre adolescenziale».

I percorsi previsti dal progetto si svolgeranno all’interno di piccoli gruppi, tali da garantire la possibilità di confronto reciproco e lo sviluppo di competenze pratiche da mettere in atto con i propri figli. I gruppi verranno guidati dall’operatrice del Servizio, all’interno di un iter esperienziale nel quale si potranno sviluppare metodi di approccio alla tematica in termini preventivi e ragionare su strategie educative e regole da condividere con i figli. Nonché, acquisire competenze relative alla cittadinanza digitale, fondamentali per accompagnare i figli nella crescita e conoscere i rischi della sovraesposizione alla tecnologia al di sotto dei 12 anni. Ed infine avere conoscenza degli applicativi digitali e dei software di “Parental Control”.

Uno degli incontri sarà condotto in collaborazione con il Servizio Promozione In-dipendenze che da anni si occupa di prevenzione e sensibilizzazione sulle problematica delle dipendenze. Ogni percorso sarà diviso in tre incontri a cadenza settimanale della durata di 2 ore. Il Servizio sta coinvolgendo nel progetto tutti i Comuni del Distretto. I paesi che per ora hanno aderito e stanno collaborando con il Centro Lares sono Benetutti, Nule, Bultei, Pattada, Ozieri e Mores.

Gli appuntamenti si svolgeranno nei comuni interessati nei mesi di novembre e dicembre 2022 (i calendari e le date di scadenza sono visionabili sul sito del Centro per la Famiglia Lares e sui siti dei diversi paesi coinvolti).
Il modulo di iscrizione è reperibile sul sito del Centro per la Famiglia Lares e dei Comuni coinvolti e può essere inviato alla mail: coordinamentolares@hotmail.it

Chiunque fosse interessato a partecipare o volesse maggiori informazioni sul Progetto può contattare il Centro per la Famiglia “Lares” a questi numeri telefonici, 079 4124774 / 379 1241145, oppure scrivendo alla e-mail: coordinamentolares@hotmail.it

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Mamma in Sardegna