• 24 Gennaio 2021
  •  
Logudorolive

Ozieri, la struttura distrettuale tracciamento Covid-19 parte tra le difficoltà

OZIERI. Muove i primi passi tra mille difficoltà organizzative la “struttura distrettuale” per il tracciamento, il censimento e la gestione informativa dei contagi Covid-19 nel territorio, attivata nell’ospedale di Ozieri e nel poliambulatorio di Bono. Uno snodo insomma che nelle intenzioni dell’Azienda di Tutela della Salute (Ats) avrebbe dovuto facilitare l’interscambio dei dati e dare risposte adeguate come ad esempio la programmazione dei tamponi per le persone con sintomi (e non) e per quelle ancora in quarantena o nella trasmissione dei referti.

Pertanto, dalle prime impressioni, l’iniziativa, almeno fino a questo momento, invece che contribuire a dare una mano agli utenti e ai medici, l’unico merito che ha avuto è quello aver ingarbugliato ulteriormente la matassa e spazientito oltre misura chi è alle prese con il virus e non sa come avere risposte. E non poteva essere altrimenti visto che chi ha messo in piedi la struttura è la stessa Azienda preposta, con il Dipartimento di prevenzione e quindi con il servizio di Igiene pubblica, a fornire dati e risposte.

Tra smentite, indicazioni poco chiare, retromarce e mancanza di personale sta di fatto che l’indirizzo di posta elettronica, comunicato nei giorni scorsi e che sarebbe dovuto essere il metodo più celere per avere notizie dall’Ats, è stato travolto da oltre 1000 richieste che hanno mandato in tilt tutto il sistema. Fatto, questo, che ha costretto i responsabili a modificare il metodo di lavoro e cambiare anche le indicazioni di accesso al servizio, con il conseguente allungamento dei tempi di intervento.

Tra i tanti disservizi, resta un mistero anche l’avvio della piattaforma informatica annunciata già da qualche giorno dalla Regione e che avrebbe dovuto fornire i dati sui numeri epidemiologici in ogni comune della Sardegna.

La situazione del distretto sanitario di Ozieri sul fronte contagi rimane comunque allarmante e le 1000 richieste pervenute sono un segnale inequivocabile di come il virus sia presente in modo diffuso in tutto il territorio, ed in particolare tra gli ospiti e operatori delle case di riposo, dove si sono registrati anche dei decessi.

Il nuovo iter. Su disposizione dell’Ats, come ha fatto sapere il sindaco di Ozieri, si rende note che l’indirizzo tracciamentocovid.ozieri@atssardegna.it dovrà essere utilizzato esclusivamente dai Medici di Medicina Generale e dai Pediatri e non dal singolo cittadino.

– che i pazienti segnalati dal Medico di Medicina generale all’indirizzo tracciamentocovid.ozieri@atssardegna.it verranno contattati tutti entro pochi giorni.

– per richiedere i referti si deve scrivere a referticovid.sassari@atssardegna.it

Anche se, mette le mani avanti il Sindaco: «Sino a quando non si smaltirà l’arretrato si dovrà ancora pazientare a causa di problemi legati al Laboratorio analisi di Sassari, infatti si rilevano ritardi nelle operazioni di registrazione dei referti. Normalmente ci si impiega 24-48 ore, ma ultimamente i dati vengono caricati con 5/7 giorni di ritardo».