• 23 Luglio 2021
  •  

Ozieri, salgono a 25 i casi di Covid-19. Il sindaco: «Il sistema sanitario non sembra in grado di reggere l’urto di questa ondata»

OZIERI. «Tra ieri e oggi sono arrivati gli esiti dei tamponi fatti giovedì e venerdì e il numero dei positivi Covid si è impennato anche ad Ozieri. Ai 6 positivi ufficiali comunicati dall’ATS ne vanno aggiunti altri 19 di cui ho certezza perchè l’esito dei tamponi mi è stato comunicato dagli stessi o dai responsabili sanitari».
Così il sindaco di Ozieri Marco Murgia che spiega inoltre come l’aumento dei casi «testimonia la diffusione dell’epidemia» e che il «sistema sanitario non sembra in grado di reggere l’urto di questa ondata». «Il nostro Pronto Soccorso – continua il sindaco – accoglie anche pazienti che sarebbero stati condotti normalmente a Sassari e che invece vengono dirottati ad Ozieri perché quello di Sassari è intasato».
«La concitazione in Pronto soccorso, il traffico di ambulanze con le sirene spiegate, il volo dell’elisoccorso – aggiunge Murgia – hanno scatenato la diffusione di notizie che ci hanno allarmato tutti perché rappresentavano scene apocalittiche. Provo a fare un po’ di ordine e dico solo quello che ho potuto verificare: la notizia più preoccupante riguardava la “morte per Covid di un nostro concittadino” è una notizia falsa. In Pronto Soccorso è morto un signore di Silanus che era stato portato ad Ozieri e una volta accertata la positività era in attesa di trasferimento presso un ospedale Covid. Si trattava di un paziente con altre patologie quindi per ora possiamo solo dire che è morto col Covid ma non sappiamo se è morto di Covid.
L’elicottero è intervenuto per un paziente no-Covid.
Le ambulanze sono sfrecciate più volte ma solo in un caso si è trattato di individuo con sintomatologia Covid e infatti è stato trasferito al PS di Sassari. Quindi al momento mi risulta che sono tre gli ozieresi presenti nei nosocomi sassaresi di cui uno in terapia Intensiva. A loro in particolare ma anche a tutti gli altri, Covid o no-Covid, gli auguri di pronta guarigione».
«Chiudo con alcune note di servizio tenendo presente che stasera l’annunciato DPCM potrebbe cambiare le cose.
Le scuole dell’infanzia, della primaria e della secondaria inferiore al momento continueranno con la didattica in presenza mantenendo gli stessi orari. Siamo tutti pronti ad introdurre variazioni se dovessero essere segnalate criticità. Stesso discorso per il Comune che garantirà lo stesso orario dei servizi osservato sino ad ora».
Infine, l’invito del sindaco a tutti i cittadini «ad osservare le regole del distanziamento della pulizia delle mani, dell’uso delle mascherine e soprattutto del buon senso».