• 22 Aprile 2024
  •  

Ozieri. Scomparso Gerolamo Squintu, maestro e valente giornalista

Gerolamo Squintu
Se n’è andato questa notte all’età di 88 anni, stroncato da un infarto.

OZIERI | 22 febbraio 2024. La città ha perso questa notte uno dei suoi figli più illustri, che ha tanto dato alla cultura locale e sarda. È scomparso all’età di 88 anni (ne avrebbe compiuti 89 ad agosto) Gerolamo Squintu: maestro elementare, giornalista, cultore della lingua e della storia del suo territorio e della Sardegna intera, impegnato nel sociale e nel supporto ai più deboli, e anche ai lavoratori come dirigente Cisl.

Un arresto cardiaco lo ha colpito nella notte in ospedale, dove era stato accompagnato ieri sera per alleviare le sofferenze che gli stava affliggendo il tumore che lo aveva attaccato alcuni mesi fa. Una breve malattia che aveva colpito un 88enne dalla tempra forte, ma provata poco più di un anno fa dalla morte della amatissima moglie Bonaria, compagna di una vita intera che gli aveva regalato tre figli – Francesco, anche lui giornalista, Daniela e Anna – e che lo aveva sempre sostenuto in ogni passo.

Maestro elementare, appassionato e competente cultore della lingua, della letteratura e della storia sarda, Gerolamo Squintu ha raccontato per decenni sulle pagine della Nuova Sardegna Tula e il Logudoro con una penna fine, esperta e dalla quale traspariva l’amore per la sua terra e la sua gente. Ha raccontato la cronaca, il costume, lo sport con il sapere di chi vive ogni giorno la sua comunità, la conosce a fondo e si impegna per migliorarla. Un insegnamento che ha lasciato non solo ai suoi alunni delle scuole elementari di Tula e di Ozieri ma anche a tanti giovani giornalisti che si affacciavano a questo mondo quando lui era già affermato, e prodigo di insegnamenti.

Tulese di nascita e ozierese d’adozione, è stato uno dei soci fondatori del prestigioso Premio Ozieri, e anche per questo motivo aveva ricevuto nel 2006 il riconoscimento di Cavaliere al Merito della Repubblica e, nel 2014, quello di Commendatore dello stesso Ordine, conferitogli dal presidente Giorgio Napolitano “per essersi sempre distinto nel campo dell’insegnamento e del volontariato e per gli studi condotti sulla storia del suo paese, di cui rappresenta la memoria”.

Il funerale sarà celebrato domani pomeriggio alle ore 15:30 nella chiesa di San Francesco.

A.C.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.