• 25 Giugno 2024
  •  

Ozieri, a tavola senza alcol con l’iniziativa dell’Asl di Sassari “Metti una sera a cena…”

metti una sera a cena Ozieri
La serata è stata organizzata in collaborazione con il Servizio Promozione In-Dipendenze del Centro per la Famiglia Lares, e il PLUS del Distretto socio sanitario di Ozieri. L’iniziativa sarà replicata venerdì 21 aprile a Bottidda.

OZIERI. Un centinaio di persone hanno risposto a Ozieri all’iniziativa “Metti una sera a cena…” organizzata dal Servizio delle Dipendenze dell’Asl di Sassari, con la collaborazione del Servizio Promozione In-Dipendenze del Centro per la Famiglia Lares, e il PLUS del Distretto socio sanitario di Ozieri. Un momento conviviale per porre l’attenzione sul fenomeno dell’abuso di sostanze alcoliche e delle problematiche alcol-correlate nella popolazione, fenomeno tuttora sottovalutato nella sua rilevanza in termini di costi sociali e soprattutto di patologie. Esattamente come le sostanze illegali, infatti, l’alcol è una sostanza psicoattiva capace di produrre, nel tempo, dipendenza psichica e fisica, assuefazione, craving, compulsività e altri disturbi del comportamento.

Famiglie, anziani, giovani coppie e bambini si sono dunque dati appuntamento lo scorso fine settimana in un locale cittadino per un’iniziativa che vede il Serd di Ozieri in prima linea e che, nel mese della prevenzione alcologica qual è aprile, punta a moltiplicare le opportunità di incontro e di conoscenza sul lavoro svolto dall’Asl di Sassari sul territorio.

Essebi 2023

«Serata analcoliche e di socializzazione alternativa come queste – evidenziano gli operatori del Serd di Ozieri – servono a sensibilizzare la popolazione sull’adozione di corretti modelli di salute e nell’assumere la consapevolezza nel riconoscere i fattori che influenzano gli atteggiamenti ed i comportamenti che minano il proprio benessere e quello degli altri. Ognuno di noi deve essere consapevole delle proprie scelte e giornate come queste aiutano a focalizzare il problema».

«Nella nostra cultura bere alcolici è considerato un comportamento normale, e perciò tollerato anche nei giovanissimi che sempre più precocemente sperimentano tale sostanza. Questa familiarità con le sostanze alcoliche ha contribuito, così, a ridurre la percezione del rischio dell’abuso di alcol, della perdita di controllo anche come conseguenza di un singolo o occasionale episodio di consumo, che non è solo un problema del singolo individuo ma di tutta la comunità», concludono gli organizzatori della serata.

“Metti una sera a cena” sarà replicata venerdì 21 aprile a Bottidda. Gli interessati possono prenotare il proprio posto tramite whatsApp al numero 379 1241145.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.