• 23 Febbraio 2024
  •  

Ozieri. Tavolini all’aperto, assessore Piras: «La nostra delibera ricalca le precedenti concessioni»

Comune di ozieri Mario Piras
In una riunione con gli esercenti chiarita la decisione della giunta di concedere gli spazi di somministrazione di bevande nel suolo pubblico, dalle 7 alle 24 sulle piazze e dalle 7 alle 23 sulle strade aperte al traffico veicolare.

OZIERI. «Stesse autorizzazioni delle precedenti giunte Ladu e Murgia, tenendo conto anche delle richieste dei cittadini e la salvaguardia dell’ordine pubblico e della sicurezza. Pertanto, nulla è cambiato rispetto a prima».

Lo ha detto l’assessore alle Attività Produttive Mario Piras dopo la riunione con gli esercenti tenutasi per discutere sulla decisione dell’Amministrazione di concedere gli spazi di somministrazione di bevande nel suolo pubblico, dalle 7 alle 24 sulle piazze e dalle 7 alle 23 sulle strade aperte al traffico veicolare. All’incontro erano presenti anche il sindaco Marco Peralta, la deputata e vice sindaco Barbara Polo, i capigruppo di maggioranza Luca Manca e di minoranza Marco Murgia.

Una decisione che è stata «chiarita», ha detto l’assessore Piras commentando gli esiti del colloquio convocato ieri pomeriggio nell’Aula consiliare per «condividere tutte le problematiche che riguardano la concessione delle autorizzazioni dei tavolini sul suolo pubblico comunale».

Essebi maggio 2023

Piras, ricostruisce quindi l’iter che ha portato alla redazione e poi all’emanazione della delibera e delle concessioni per la somministrazione di bevande all’aperto.

«La prima nostra delibera – spiega – ricalcava quelle che erano le concessioni precedenti della giunta Ladu e Murgia e cioè dalle 9 alle 24, in seguito è stata rivista per alcune attività che occupano la sede stradale, portandola dalle 9 alle 23 per motivi di sicurezza. Fermo restando che il divieto assoluto, sancito dalla legge quadro nazionale, non permette la somministrazione delle bevande alcoliche dalle 24 alle 7, mentre all’interno dei bar dalle 3 alle 6. Divieto al quale, sempre a livello nazionale, fanno eccezione solo certe tipologie di locali, come le discoteche e alcuni pub, casi al momento non presenti a Ozieri. In seconda battuta si è poi intervenuto, su richiesta delle attività, con un’ulteriore delibera ad allargare l’orario nel primo caso dalle 7 alle 24, nel secondo dalle 7 alle 23».

«La delibera adottata – prosegue Piras – è quindi modellata su tutte le autorizzazioni concesse negli anni precedenti, che nulla avevano creato in termini di malintesi, né malessere né proteste, grazie al buon senso di tutti che aveva consentito di trovare un equilibrio. Su questo abbiamo puntato – evidenzia Piras – e su questo puntiamo ancora, fermo restando che, con la collaborazione degli esercenti, siamo disponibili e siamo sicuri di trovare altre soluzioni, in modo da tutelare tutti: cittadini, residenti, clienti e gestori dei locali pubblici».

L’assessore Mario Piras tiene tanto a questa questione, e assicura il massimo impegno suo e della giunta pur non esimendosi da un piccolo sfogo personale. «Purtroppo quest’anno, voglio sottolinearlo, c’è stata una scorretta informazione che qualcuno si è impegnato a fare per creare polemiche che purtroppo arrecano danno agli esercenti, non si stanno chiudendo i locali, e non vogliamo creare danno a nessuno. Da parte nostra – prosegue Piras – non c’è nessuna volontà né di punire né limitare nessuno né tantomeno di mantenere i ragazzi dentro casa o invitarli a uscire fuori Ozieri e a mettersi in macchina e rischiare».

«Non vogliamo assolutamente impedire alle attività di svolgere il loro lavoro, siamo favorevoli a dare una mano a tutti e a venire incontro a quelle che sono le varie esigenze. Stiamo valutando, e decideremo assieme a loro, presumibilmente entro fine mese, di trovare soluzioni anche ad altre richieste presentate sulle problematiche», conclude l’assessore Piras ringraziando quanti hanno partecipato all’incontro, dimostrando collaborazione e disponibilità.

A.C.

Leggi anche: Ozieri. Stop ai tavolini esterni dei bar dalle 23, i Riformatori: «Lockdown in salsa Logudorese»

Le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.