• 5 Dicembre 2021
  •  

Panathlon Club Ozieri, progetto “Lo sport è per tutti”: i ragazzi di PossibilMente onlus a canestro con la Demones basket Ozieri

OZIERI. Altra importante tappa del Progetto “Lo Sport è per Tutti” del Panathlon Club Ozieri che, grazie alla collaborazione della Demones Basket Ozieri, che ha curato al meglio la parte tecnica, ha consentito ai ragazzi della Onlus PossibilMente di trascorrere una bellissima serata di sport, di pallacanestro nello specifico, nel meraviglioso contesto del Pinceto, oggi Palestra Demones 1958. Nel luogo dove ebbe inizio, nel 1958, la storia della pallacanestro ozierese, che ancora continua grazie al sodalizio presieduto da Franco Filigheddu, che, attraverso le sue iniziative, dimostra di avere la giusta vision dello sport, se è vero che è merito della stessa Società, e del suo vicepresidente in particolare Angelo Aisoni, l’importante maquillage che ha “restituito” la palestra alla comunità, col risultato che oggi, in tempo di COVID, essendo l’unica struttura all’aperto, è frequentata a tutte le ore da molti giovani che attendono solo che lo spazio sia fruibile anche nelle ore notturne per consentire anche a coloro che durante la giornata sono impegnati nel lavoro e/o in altre incombenze di fare sana attività fisica. 

L’appuntamento era fissato per mercoledì 30 giugno e dopo il raduno curato dalla presidentessa di Possibilmente Bianca Maria Balata e dalle educatrici e tutor dell’Associazione, i giovani di Possibilmente hanno indossato le bianche casacche messe a disposizione dal Panathlon Club Ozieri, sono stati presi in carico dai coaches Nicola Basanisi e Andrea Ancilli e… si è avuta subito la più ampia dimostrazione di cosa è lo sport: momenti di gioia, grande impegno e divertimento per i neo-atleti, che ce l’hanno messa proprio tutta per apprendere i rudimenti della disciplina e non soccombere nella partitella finale che, oltre i due coaches, ha visto in campo anche il presidente del Panathlon Ozieri, e vecchia gloria della Demones Giuseppe Volpe. Per gli amanti dei numeri, la partita è finita in parità, perché tutti si sono divertiti e sicuramente la cosa non si fermerà qui perché tira già aria di gara 2 e qualcuno medita vendetta…

Nel corso della serata è emersa, in tutti gli attori, la volontà  di proseguire nello sviluppo del Progetto che, coordinato dal past-president Raimondo Meledina, ha già visto i neo atleti dell’Associazione “Non metteteci il bastone fra le ruote” apprendere i segreti del canottaggio grazie alla disponibilità dell’ASD Canottieri Elettra di Tula e vivrà altri appuntamenti il prossimo 6 luglio, quando Possibilmente Onlus raggiungerà i campi da tennis di Puppuruju per la specifica prova e subito dopo, il 9 luglio, al Bocciodromo di Punta Idda per cimentarsi nelle bocce, prima del riposo estivo e la ripresa delle attività in programma con l’equitazione, la pallavolo, la ginnastica artistica e gli scacchi. 

«Saranno altri momenti di condivisione dei più importanti valori dello sport e di crescita per tutti – hanno detto all’unisono in chiusura i presidenti Volpe, Filigheddu e Balata – momenti che solo lo sport sa regalare e che, proprio per questo fanno tanto bene alle comunità e vanno ripetuti spesso».