• 26 Febbraio 2024
  •  

Ploaghe, dalla Regione 350mila euro per le chiese di San Sebastiano e San Pietro apostolo

san Sebastiano e San Pietro a Ploaghe
I fondi arrivano dall’approvazione di due emendamenti alla Finanziaria presentati dal Consigliere regionale Gian Filippo Sechi.

PLOAGHE. Grazie a due emendamenti sollecitati dal consigliere regionale dell’Udc Gian Filippo Sechi e approvati di recente durante il via libera alla Finanziaria regionale, arriveranno a Ploaghe 350 mila euro da destinare alle chiese di San Pietro e di San Sebastiano. Questi soldi consentiranno di realizzare importanti e inderogabili interventi ai due edifici sacri.

«Per quanto riguarda la chiesa di San Pietro apostolo – spiega Sechi – abbiamo ottenuto un finanziamento di 200mila euro che saranno specificatamente destinati a realizzare i lavori di completamento e adeguamento degli impianti di illuminazione interna. La somma garantirà di poter verificare la possibilità di rifare completamente l’impianto elettrico e contestualmente anche quello di amplificazione».

Gian Filippo Sechi

Il Consigliere ricorda che l’emendamento approvato nei giorni scorsi «fa seguito ad un altro finanziamento di 450 mila che era stato stanziato dalla precedente legge Omnibus. In quel caso la somma si era resa necessaria per effettuare indispensabili lavori di manutenzione e messa in sicurezza, in particolare il restauro delle parti esterne ed interne che a causa delle infiltrazioni di acqua dalle piogge necessitano di un totale risanamento».

In precedenza con altri 50mila euro erano state risanate le cappelle della navata laterale e il tetto della cappella. «In tutto quindi dalla Regione siamo riusciti ad ottenere in pochi anni 700 mila euro per la chiesa di San Pietro e ora attendiamo che tutti i lavori possano essere avviati per completare tutti gli interventi programmati».

Per quanto riguarda la chiesa di San Sebastiano – continua Sechi –, «il finanziamento previsto dal mio emendamento approvato dal Consiglio prevede uno stanziamento di 150mila euro che verranno utilizzati per i lavori di manutenzione straordinaria e di messa in sicurezza. Le condizioni della chiesa – evidenzia il Consigliere – sono tali che senza questi lavori non sarebbe utilizzabile e dunque grazie a questo finanziamento si potrà finalmente restituire San Sebastiano alla nostra comunità e potrà di nuovo ospitare le celebrazioni religiose».

«E infine, sempre dalla Finanziaria, un terzo emendamento da me presentato garantirà per due annualità 25mila euro al Comune come contributo per l’uscita dei Candelieri», conclude l’esponente dell’Udc.

In copertina: a sinistra, la chiesa di San Sebastiano, a destra quella di San Pietro apostolo

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Webp.net gifmaker 1

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.