• 7 Febbraio 2023
  •  

Ploaghe, Nico Virdis nominato portavoce di “Cittadinanzattiva”

Nico Virdis

Anche Ploaghe potrà contare sulle idee, il lavoro e il supporto di Cittadinanzattiva Sardegna Odv Ets. Il gruppo ploaghese, il quale ha nominato come suo portavoce Nico Virdis, da tempo distintosi per impegno e dedizione come promotore di istanze, segnalazioni e proposte utili al cittadino, è composto anche da Nella Micheletto e Piero Fonsa, nonché da altri aderenti che per scelta personale hanno chiesto di essere citati solo con le iniziali e sono: G.F.; C.A.; A.D.; G.A.; S.S. Altri ancora hanno scelto di non figurare.

«Cittadinanzattiva è un’associazione riconosciuta come onlus, fondata nel 1978 con il nome di Movimento Federativo Democratico (MFD). Principio fondante del movimento è l’azione e la partecipazione dei cittadini come fulcro della vita democratica. Questa filosofia è diventata poi parte della Costituzione italiana con il referendum del 2001 che ha introdotto definitivamente. L’organizzazione, aperta a nuovi iscritti, “ha tra i suoi antenati il gruppo ‘Febbraio 74’, movimento studentesco e giovanile fondato a Roma sull’onda di un convegno sui “mali di Roma” indetto dalla diocesi nel febbraio del 1974. Il gruppo, inizialmente identificato per le sue origini come ‘cattolico-democratico’, ha assunto successivamente “un’identità del tutto laica e una natura intergenerazionale”.

Webp.net gifmaker 1

Il MFD, che conta tra i suoi fondatori Giovanni e Agnese Moro, figli di Aldo Moro, diede luogo negli anni successivi a numerose iniziative di “democrazia diretta”, soprattutto nel campo della salute (con la fondazione nel 1980 del Tribunale per i diritti del malato). Consolidatosi nella seconda metà degli anni ’90 il MFD decideva, nel congresso nazionale del giugno 2000, di mutare il suo nome assumendo quello di Cittadinanzattiva. L’organizzazione è attiva, oltre che nel campo della salute (con il progetto Pit salute, il progetto integrato di tutela in ambito sanitario che mette a frutto le conoscenze e capacità di azione del Tribunale per i diritti del malato) anche in difesa dei Consumatori, della scuola pubblica, della legalità.

Per migliorare l’efficacia della azione di tutela, e creare una rete diffusa sul territorio, dal 2016 il PiT diventa unico, accentrando quindi in un unico servizio tutti i settori di azione. Nel 2016 conta circa 38.000 aderenti e decine di associazioni di cittadini. È presente in Italia con 20 sedi regionali. Dal 2002 promuove la nascita di una rete di associazioni al livello europeo: Active Citizenship Network. Questa rete si propone di riunire associazioni, intorno a specifici temi di azione. È sua la promozione di una Carta Europea dei diritti del malato. La Carta riceve l’approvazione, nel 2006, da parte dell’assemblea plenaria del Parlamento 12 Agosto 2011.

La parola d’ordine di Cittadinanzattiva è “perché non accada ad altri”: il nostro ruolo è denunciare carenze, soprusi, inadempienze, e agire per prevenirne il ripetersi mediante il cambiamento della realtà, dei comportamenti, la promozione di nuove politiche, l’applicazione delle leggi e del diritto. Siamo convinti che “fare i cittadini sia il modo migliore di esserlo”, cioè che l’azione dei cittadini consapevoli dei propri poteri e delle proprie responsabilità sia un modo per far crescere la nostra democrazia, tutelare i diritti e promuovere la cura quotidiana dei beni comuni». (Fonti: Wikipedia e sito istituzionale cittadinanza attiva).

Dunque, n’ottima notizia per Ploaghe e la sua comunità che da oggi può contare sul sostegno di un gruppo ben collaudato che lavora all’unisono per il perseguimento del bene comune.

Pasquale Demurtas

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it