• 19 Aprile 2021
  •  
Logudorolive

Pucciarelli (Difesa): «Le parole di Michela Murgia offendono italiani e militari»

«A me personalmente spaventa avere un commissario che gira con la divisa, non ho mai subito il fascino della divisa».

Su queste parole della scrittrice Michela Murgia, pronunciate all’indirizzo del commissario straordinario per l’emergenza Covid generale Francesco Paolo Figliuolo, durante la trasmissione DiMartedì condotta da Giovanni Floris su La7, è intervenuta con una nota di condanna il Sottosegretario alla Difesa, Stefania Pucciarelli.

«Come italiana e come Sottosegretario alla Difesa – ha detto Pucciarelli – sono amareggiata per le offese esternate da Michela Murgia nei confronti dei nostri militari. Le nostre Forze Armate così come le nostre Forze dell’Ordine rappresentano un’Istituzione del nostro Paese, uomini e donne a tutela e al servizio della collettività, impegnati fin dal primo giorno di questa emergenza sanitaria per contrastare la diffusione del Covid e per salvaguardare la salute degli italiani. Esprimo la mia solidarietà e vicinanza al Generale Figliuolo, notoriamente impegnato in un ruolo assai delicato quale Commissario Straordinario per l’emergenza Covid-19 e a tutti i nostri militari».

«Non sono i militari, con le loro divise, a spaventare le persone (come dice Murgia) – continua –. Sono invece le esternazioni di odio ed ogni forma di avversione nei confronti degli appartenenti alle Istituzioni a ferire chi ha prestato un giuramento davanti al Tricolore. Una dichiarazione di fedeltà alla Repubblica con solenne impegno di osservare la Costituzione e le leggi. Parliamo di uomini e donne che, per quel giuramento, sono disposti a sacrificare la propria vita per tutelare la sicurezza degli italiani».

«Come nei dubbi esistenziali di Maria Listru, mi auguro che Michela Murgia, donna intelligente, trovi il tempo per rivalutare le sue convinzioni in base ai fatti, piuttosto che agli stereotipi», conclude Pucciarelli.

Le parole di Murgia a DiMartedì

Durante la trasmissione DiMartedì su La7, il giornalista conduttore Giovanni Floris ha chiesto di commentare alla scrittrice sarda alcune frasi dette dal generale Figliuolo in queste ultime settimane: “Daremo fuoco a tutte le polveri”; “Nuovo fiato alle trombe”; “Svolta o perderemo tutto”; “Chiuderemo la partita”. Da qui la domanda del conduttore a Michela Murgia: «A questo linguaggio corrisponde un’efficacia della campagna vaccinale dal suo punto di vista?». La risposta della scrittrice è stata: «Probabilmente da un uomo che viene da un contesto militare non ci si può che aspettare un linguaggio di guerra” risponde Murgia. “Mi domando se questo linguaggio sia quello giusto da utilizzare con chi non è militare, ovvero tutto il resto del Paese. A me personalmente spaventa avere un commissario che gira con la divisa, non ho mai subito il fascino della divisa».

Agenzia Funebre Franco Mu