• 19 Settembre 2021
  •  

Quartu Sant’Elena, 19enne positiva alcoltest travolge in auto madre e figlia di 4 anni

Trasportate in codice rosso all’ospedale Brotzu, sono state ricoverate a causa di diverse ferite. Denunciata la ragazza che ora rischia pesanti conseguenze previste dall’art. 590 bis del codice penale.


Intorno a mezzanotte e mezza, mentre stava attraversando via Fiume a Quartu Sant’Elena, nei pressi delle strisce pedonali, una 37enne è stata investita, insieme alla figlia di 4 anni che teneva per mano, da una Volkswagen Polo condotta da una studentessa di 19 anni, ma di proprietà del padre 57enne.

La donna e la bimba sono state trasportate in codice rosso all’ospedale Brotzu di Cagliari a causa di diverse ferite. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri che hanno sottoposto la 19enne ad accertamento con l’etilometro da cui è emerso essere positiva con un tasso di 0,80 g/l. Risultato: patente di guida ritirata e autovettura sequestrata e affidata al proprietario.

La studentessa è stata denunciata in stato di libertà, per ora solo per guida in stato di ebbrezza alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari. Nei prossimi giorni potrebbe però rispondere di accuse ben più gravi in base all’art. 590 bis del codice penale recentemente modificato in materia d’infortunistica stradale e che prevede: “Chiunque, ponendosi alla guida di un veicolo a motore in stato di ebbrezza alcolica cagioni per colpa a taluno una lesione personale, è punito con la reclusione da tre a cinque anni per le lesioni gravi e da quattro a sette anni per le lesioni gravissime”.

I rilievi stradali del sinistro e tutti gli accertamenti sono stati svolti dalla Sezione Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Quartu Sant’Elena.