• 26 Febbraio 2024
  •  

Regionali, ecco i candidati di Ozieri

Panorama Ozieri
Ben 13 gli aspiranti alla carica di consigliere regionale, 6 uomini e 7 donne.

OZIERI. Pattuglia corposa e agguerrita quella dei candidati ozieresi in vista della vicina competizione elettorale per il rinnovo del consiglio regionale. Sono ben 13 i candidati alla carica di consigliere, 6 uomini e 7 donne. Un numero così elevato ha fatto già storcere il naso a molti, perché in una cittadina di meno di diecimila abitanti, dove gli elettori sono ottomila circa, dividere tale numero di voti per 13 candidati (anche se in FdI e nel Psd’Az possono essere votati in tandem per via del genere) significa non garantire l’elezione di nessuno di loro. In realtà non si tratta di una eccezione, perché se nel 2019 i candidati ozieresi alla carica di consigliere regionale erano 7, nel 2014 erano ben 12. E non si tratta nemmeno di una sorpresa, perché la vitalità politica della città è sempre stata ampia e notoria, e il ruolo centrale – sebbene un po’ decaduto – di Ozieri nel territorio non poteva far pensare a una soluzione diversa.

Maria Foddai

Ci si interroga quindi su quali siano le reali speranze di elezione di un candidato di Ozieri, che nella scorsa tornata elettorale elesse il Fdi Nico Mundula, non ricandidato, che conquistò un seggio dopo che l’ultimo consigliere locale era stato Leonardo Ladu alla fine degli anni Novanta. Ma la circoscrizione è provinciale, per cui il bacino in cui pescare è ben più ampio: starà quindi ai singoli riuscire a “sfondare” non solo a Ozieri ma anche nel resto del territorio, a cominciare dai comuni limitrofi – che peraltro hanno i loro candidati – e starà sempre a loro trovare degli apparentamenti di genere che possano spingere il loro nome in altro nelle preferenze.

Essebi agostio 2023

La compagine di candidati più nutrita è quella che sostiene il candidato governatore Paolo Truzzu, dove a sostegno del portabandiera di Fratelli d’Italia c’è il vice coordinatore regionale dello stesso partito e attualmente capo di gabinetto dell’assessorato all’Ambiente Emanuele Beccu, assicuratore. Sempre con Fdi l’altra candidata di Ozieri è la 45enne Maria Pina Demontis, che in città è nata ma risiede a Tissi e da circa venti anni lavora a Sassari come farmacista. Nel Partito Sardo d’Azione i due candidati sono esponenti dell’attuale maggioranza comunale: il geometra Luca Manca, che riveste la carica di capogruppo, e l’insegnante Maria Loreta (nota Loreta) Meledina, delegata comunale per l’Istruzione. Due candidati vicini, che pertanto si possono considerare già in “tandem” tra loro. Della maggioranza fa parte anche l’imprenditrice Rossana Boe, delegata comunale al Verde Pubblico e Decoro Urbano, candidata nella lista Sardegna al Centro dove è vice capolista del leader Antonello Peru e già in lizza nel 2019. Sono donne anche le tre candidate del centro destra: per Forza Italia l’insegnante Marina Puddinu, per la Lega la giornalista Maria Vittoria Dettoto, entrambe non nuove a esperienze politiche ed elettorali, e per i Riformatori l’imprenditrice Maria Amelia Lai, che per la candidatura ha appena rassegnato le dimissioni da presidente regionale di Confartigianato ma che è esordiente nelle competizioni elettorali.

Tre uomini compongono invece la compagine locale che sostiene la candidata alla presidenza del Campo Largo di centro sinistra Alessandra Todde. Si tratta dell’avvocato Michele Falzoi, esponente di punta del Movimento 5 Stelle; Davide Giordano, candidato dei Progressisti e componente del gruppo di minoranza del consiglio comunale, nonché ex delegato ai quartieri nella precedente giunta Murgia; infine Pier Giovanni, noto Gianni, Cannas, imprenditore sociale e titolare di varie residente sanitarie, esordiente in politica con il partito Fortza Paris ma nel 2014 componente della Consulta comunale del Lavoro di Ozieri; per lo stesso partito in lizza anche Gian Nicola Luciano, colonnello dell’Esercito e residente a San Nicola come altri candidati locali.

A sostegno di Renato Soru presidente, infine, c’è la collaboratrice scolastica Monica Murtinu, candidata con Rifondazione Comunista, già candidatasi nel 2014 quando a Ozieri era anche lei componente della Consulta comunale del Lavoro, organismo consultivo creato dalla allora giunta Ladu e composta da esponenti della società civile.

Si tratta, insomma, di persone non nuove all’attivismo politico e sociale, che hanno le carte in regola per giocarsela nei vari schieramenti, non solo a Ozieri ma anche nel territorio, il cui consenso, come detto, sarà cruciale.

A.C.

Articolo aggiornato alle 15:55 del 29/01/24

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.