• 17 Giugno 2024
  •  

Regione. Cocco, Ganau e Peru: «No al trasferimento dell’Ats da Sassari a Cagliari»

Cocco Ganau e Peru
I tre consiglieri regionalichiedono al presidente della Regione Solinas e all’assessore della Sanità Nieddu di «intervenire affinché la sede dell’Azienda regionale della salute ARES rimanga a Sassari, nel rispetto di una equilibrata e omogenea distribuzione dei servizi sanitari e amministrativi in tutti i territori della Sardegna».

CAGLIARI. Questa mattina i Consiglieri regionali Daniele Cocco (LeU), Gianfranco Ganau (Pd) e Antonello Peru (Udc) durante i lavori della VI Commissione sanità hanno espresso forti critiche sulla decisione della Giunta regionale di voler spostare la sede dell’Ats Sardegna – e quindi dell’Azienda regionale della salute Ares – da Sassari a Cagliari.

«Tale decisione – dichiara il vicepresidente della VI Commissione Cocco – rappresenta, ancora una volta, la conferma della visione centralistica di una certa classe politica, e dirigente, che preferisce accentrare tutte le sedi decisionali e di vertice su Cagliari anziché decentrare nei diversi territori della Sardegna».

«Ancora più incomprensibili – continua Cocco – le dichiarazioni del presidente del Consiglio Michele Pais nel definire la sede di Sassari una “scatola vuota”, in netto contrasto con la scelta fatta dalla precedente amministrazione regionale, votata a maggioranza dal Consiglio regionale e non con una delibera di Giunta come è avvenuto questa volta, che dava concrete risposte alle esigenze di decentramento rivendicate dai territori.

La proclamata riforma della sanita regionale, ormai ferma da due anni con una fallimentare gestione commissariale di transizione, prova ad avviarsi nel peggiore dei modi, con uno scippo nei confronti del territorio di Sassari e con continui tentativi di destrutturazione dei presidi sanitari dei territori interni.

Questo periodo di forte crisi sanitaria ha messo in evidenza tutti i limiti della gestione Commissariale di questa maggioranza, con decisioni che hanno portato ad un progressivo peggioramento dell’offerta sanitaria, specialmente in alcuni territori, e con una gestione disastrosa del personale sanitario».

Pertanto, Cocco, Ganau e Peru chiedono al presidente della Regione Solinas e all’assessore della Sanità Nieddu di «intervenire affinché la sede dell’Azienda regionale della salute ARES rimanga a Sassari, nel rispetto di una equilibrata e omogenea distribuzione dei servizi sanitari e amministrativi in tutti i territori della Sardegna».

Ottica Muscas

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.