• 29 Novembre 2021
  •  

Riunito a Macomer il Coordinamento regionale per le Confraternite della Sardegna

MACOMER. Prosegue il proficuo lavoro del Coordinamento regionale per le Confraternite della Sardegna (aderente alla Confederazione nazionale delle Confraternite d’Italia) che, non solo stimola, incoraggia e sprona a perseguire gli obiettivi prefissati dallo Statuto, armonizzando le attività di tutte le consorelle isolane, ma porta avanti anche i suoi gravosi impegni. L’incontro è caduto proprio in un momento “speciale” nel mondo cattolico/cristiano, col pensiero rivolto all’apertura del “cammino Sinodale” voluto da Papa Francesco per la Chiesa Universale con l’avvio, in tutte le Diocesi del mondo, e quindi anche in Italia e nella nostra Isola, con celebrazioni presiedute dai Vescovi.

In quest’ottica, sabato 16 ottobre, si è tenuta presso l’oratorio di Santa Croce a Macomer la riunione alla quale erano presenti, oltre il coordinatore regionale Antonio Barria, che ricopre anche l’incarico di Consigliere nazionale, i vice Ettore Melis, Antonello Flores, Maurizio Matta (che come vedremo è in candidato in pectore per il consiglio nazionale), Nicolino Macciocco e Paolo Trugu, nonché diversi priori di Confraternite iscritte alla Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia. Nutrito e di grande rilevanza l’ordine del giorno.

Introdotto da una relazione del coordinatore Antonio Barria sulle attività che la Confederazione Nazionale delle Confraternite delle Diocesi d’Italia sta portando avanti in questo periodo. In particolar modo il consigliere nazionale Barria si è soffermato proprio sul rinnovo del direttivo nazionale in programma il 3 e 4 dicembre prossimo a Roma presso il Seminario del Vaticano. Barria ha annunciato che, per sopraggiunti impegni inderogabili, non si ricandiderà a tale organismo, quindi si presenterà dimissionario, spianando la strada ad un altro componente il direttivo regionale, la cui figura è stata individuata in Maurizio Matta, che ha accettato la sfida e, se sarà eletto, come si spera, rappresenterà le Confraternite sarde nei prossimi 4 anni, all’interno del Consiglio Nazionale.

Nel proseguo dei lavori, il vice coordinatore regionale Ettore Melis, ha illustrato in maniera dettagliata i meccanismi per le elezioni del rinnovo del Consiglio nazionale, soffermandosi sull’importanza che ogni singola Confraternita ha nell’esprimere la propria candidatura. Fra gli impegni assunti dal Coordinamento regionale vi è anche quello di promuovere e portare avanti il 3° Cammino regionale, rimandato, causa Covid-19, ed ora in programma a Quartu Sant’Elena (da definire la data fra il 10 ed il 17 settembre 2022).

Tra le altre cose si è anche dibattuta la partecipazione al Cammino Interregionale di Ovada fra il 22 e il 27 maggio del prossimo anno. Si prospetta per tale appuntamento la presenza di una rappresentanza sarda, sotto un unico vessillo: lo Stendardo regionale, una creazione dell’attuale Coordinamento isolano. Si è affrontato inoltre il problema di una presenza più incisiva dell’attività delle Confraternite nel territorio. A questo proposito il Coordinamento regionale si attiverà nel prendere contatti con le diocesi di Sassari e Nuoro per individuare figure di riferimento con compiti di vice coordinatori appartenenti alla Confederazione.

Fra le proposte di profondo respiro spirituale il “Convegno Eucaristico” che si dovrebbe svolgersi a giugno 2022 a Bolsena. Questa iniziativa è stata fortemente voluta e sostenuta dallo stesso presidente nazionale della Confederazione dott. Francesco Antonetti. In pratica si dibatterà sul miracolo eucaristico avvenuto in una chiesa a Mogoro. A questo importante appuntamento sarà presente il vice coordinatore regionale sardo, Ettore Melis, interverrà, inoltre, una delegazione dell’Amministrazione comunale di Mogoro. I lavori sono stati chiusi con la presentazione del regolamento per l’utilizzo dello Stendardo Regionale Sardo, che rappresenterà, nei vari Cammini, diocesani, regionali, nazionali ed internazionali, lo spirito ecumenico della Confraternite isolane. Regolamento che è stato divulgato e comunicato a tutte le Confraternite della Sardegna.

Giuseppe Mattioli