• 19 Maggio 2024
  •  

Sabato a Ozieri la carovana del Rally Italia Sardegna, Rossana Boe: «Vetrina mondiale per la città»

Rally Ozieri Eossana Boe
Uno stand promozionale è stato allestito a Olbia per far conoscere le bellezze storico-culturali e le eccellenze enogastronomiche del capoluogo del Logudoro.

OZIERI. È partito oggi in Gallura l’attesissimo Rally Italia Sardegna, sesto appuntamento del FIA World Rally Championship. La gara, per la 20esima volta sugli sterrati dell’Isola, è organizzata dall’Automobile Club d’Italia in collaborazione con la Regione Sardegna. Coinvolti nell’evento 20 comuni tra cui anche Ozieri, dove sabato passerà nelle vie del centro Ia carovana delle auto. La partecipazione della città logudorese è stata resa possibile grazie all’Amministrazione comunale e in particolare alla consigliera Rossana Boe che ha allacciato i contatti con l’organizzazione.

Muscas 3

«Sabato potremo vedere da vicino i campioni del Rally e le loro fenomenali auto», sottolinea Boe ricordando che l’evento sarà soprattutto una «vetrina mondiale per Ozieri con le sue bellezze storico-culturali e le sue eccellenze enogastronomiche».

«Infatti – prosegue la consigliera –, saremo presenti ad Olbia, sede della manifestazione mondiale, con un gazebo al Molo Brin che nei 4 giorni di permanenza del Rally potrà essere l’occasione per promuovere le ricchezze del territorio».

«La carovana del Rally – spiega Boe – arriverà ad Ozieri nel trasferimento della giornata di sabato, dove effettuerà un rifornimento volante nello spiazzo a fianco al cimitero verso le 15:15, per poi arrivare al centro attraversando via De Gasperi, via Roma e piazza Carlo Alberto. Qui, le auto si fermeranno per il timbro e ripartiranno passando su via Umberto, nuovamente per via De Gasperi, e proseguiranno verso Tula-Erula».
«Avremo l’opportunità di ammirare macchine e piloti e di farci riprendere e conoscere dalle televisioni di tutto il mondo», conclude Boe ringraziando gli sponsor, il Comune in primis, che hanno permesso a Ozieri di essere presente a questa importante kermesse mondiale».


Rally Italia Sardegna. A questa edizione, che vanta il record di 27 nazionalità rappresentate, dove spiccano 18 equipaggi italiani, di cui 8 sardi, sono presenti tre campioni del Mondo tra le vetture Rally 1, Kalle Rovanpera e Sebastien Ogier su Toyota e Ott Tanak su Ford. I 71 equipaggi ammessi hanno acceso i motori questa mattina alle 9.01 per i test ufficiali nello Shakedown, ricavato sul tratto “Loiri Porto San Paolo” da 2,87 Km.

La caccia ai punti del WRC1, WRC2, WRC3 ed il mondiale Junior inizierà poi dalle 18.02 con lo start dal Lungomare di Olbia con la prova “Olbia-Cabu Abbas”, 3,20 Km di misto terra asfalto ricavati all’interno della città gallurese. La prova sarà in diretta su RAI Sport HD, oltre che sui canali del mondiale rally WRC+.

La competizione riprenderà alle ore 7.40 di venerdì 2 giugno con le 6 prove speciali tra cui la novità 2023, la “Monte Lerno – Sa Conchedda” che con i sui 49,9 Km è la più lunga del rally italiano. Altri sette crono sabato 3 e quattro nella giornata conclusiva di domenica 4 giugno, quando alle 12.15 si disputerà la power stage “Sardegna” su cui si giocano ulteriori punti iridati e poi alle 15 la cerimonia del Podio sul Lungomare olbiese.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.