• 30 Gennaio 2023
  •  

La statuina della florovivaista nel presepe della Diocesi di Ozieri

OZIERI CONFARTIGIANATO COLDIRETTI CONSEGNA STATUINA VESCOVO MELIS 23 12 2022
Consegnata al Vescovo Melis dalle delegazioni territoriali di Confartigianato e Coldiretti.

OZIERI. La statuina della florovivaista, personaggio del presepe 2022, è stata consegnata al vescovo di Ozieri, mons.Corrado Melis, dalle delegazioni territoriali di Confartigianato e Coldiretti, nell’ambito dell’iniziativa promossa annualmente a livello nazionale in ogni diocesi dalle Organizzazioni datoriali dell’Artigianato e dell’Agricoltura.

A farne dono al Vescovo e alla Diocesi, sono state la presidente regionale di Confartigianato Imprese Sardegna Maria Amelia Lai e la presidente di Coldiretti Ozieri Stefania Farina.

La statuina va ad aggiungersi a quelle donate negli ultimi due anni: l’infermiera, simbolo della lotta al Covid-19, e il lavoratore in smart working, anche questo emblema per altri versi del periodo pandemico. Il simbolo di quest’anno, raffigura l’impegno per uno sviluppo economico sostenibile e rispettoso dell’ambiente, in particolare per uno dei settori che in questi anni, prima con la pandemia poi con la guerra in Ucraina, ha subito ingenti perdite.

Becugna copia

Obiettivo dell’iniziativa di Fondazione Symbola, Confartigianato e Coldiretti è quello di aggiungere alla rappresentazione della nascita di Gesù figure che parlino del presente, ma anche del futuro. Perché il presepe è uno strumento di straordinaria attualità per raccontare attraverso i suoi personaggi la multiforme dimensione del Creato, che parte proprio dalla terra, e la realtà di tutti i giorni.

«Il Presepe è una delle tradizioni più sentite, dà speranza anche nei momenti difficili come quelli attuali e attraverso i suoi personaggi permette di trasmettere i valori forti – ha sottolineato Maria Amelia Lai, Presidente di Confartigianato Imprese Sardegna – abbiamo, quindi, voluto inserire, un simbolo della sostenibilità che i nostri imprenditori perseguono ogni giorno a livello economico, sociale, ambientale, fornendo prodotti di qualità, unici, che raccontano il territorio e le tradizioni locali e che nascono da quel “valore artigiano” che dà vita, trasforma e crea legami, rispondendo alle incertezze di questi momenti complessi.

Confartigianato, in tutta la Sardegna, lavora per aiutare le imprese ad affrontare la transizione Green intesa come tutela dell’ambiente, efficienza energetica, economia circolare, riqualificazione urbana e del territorio e miglioramento della qualità della vita».

«Quest’anno – ha aggiunto Stefania Farina, Presidente di Coldiretti Ozieri – è stata scelta la florovivaista, che ha affrontato le difficoltà della pandemia e della guerra per continuare a garantire servizi e prodotti ai cittadini, nonostante l’aumento esponenziale dei costi energetici nei campi e nelle serre. Inserire questa nuova figura, simbolo delle imprese impegnate nella cura e manutenzione del nostro patrimonio verde e della biodiversità, è un’idea inedita per parlare di un’agricoltura plurale e differenziata, che produce cibo e, insieme, beni immateriali indispensabili per la qualità della vita».

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it