• 16 Luglio 2024
  •  

Sud Sardegna. Errore medico su un neonato, scoperto dalla GdF danno erariale di oltre 1,5 mln di euro

Finanza Corte dei Conti
Segnalate sette persone alla Corte dei Conti per il recupero della somma.

CAGLIARI | 15 febbraio 2024. Sette persone, ritenute a vario titolo responsabili di un errore medico su un neonato, sono state segnalate dalla Guardia di Finanza di Cagliari alla Corte dei Conti per il recupero delle somme versate per il risarcimento del danno. La vicenda trae origine da un’indagine portata avanti dalle Fiamme Gialle a seguito di un grave episodio di malasanità che aveva causato nel 2006 in un ospedale del Sud Sardegna «la nascita di un bimbo affetto da gravissime lesioni cerebrali tali da determinarne un danno biologico permanente nella misura del 95%».

Nell’approfondimento dei fatti è stato ricostruito l’intero iter del ricovero della gestante, dal momento della presa in carico da parte dell’ospedale fino al parto, e si è scoperto che «il danno al nascituro era stato causato dalla sottovalutazione da parte dell’équipe ostetrica di turno del quadro clinico della paziente e dalla conseguente non corretta gestione del parto stesso».

La conseguente azione legale intrapresa dai genitori del bimbo, «aveva condotto l’Azienda Sanitaria della Regione Autonoma della Sardegna, anche a seguito degli esiti di una consulenza tecnica medico-legale immediatamente disposta dal Tribunale di Cagliari – spiegano le Fiamme Gialle –, a riconoscere la grave responsabilità del danno in capo ai medici che avevano effettuato l’intervento laparotomico e definire nel 2019 il contenzioso attraverso la sottoscrizione di un atto di transazione ed il contestuale versamento di un risarcimento pari a 1,560 milioni di euro».

Da ulteriori accertamenti è stato scoperto inoltre «che il Commissario straordinario pro tempore dell’Azienda Sanitaria Regionale, ossia colui che aveva disposto il pagamento dell’indennizzo – proseguono i Finanzieri –, aveva contestualmente omesso l’avvio dell’azione di rivalsa sul personale medico e sanitario direttamente responsabile, non dando inizio, quindi, alle procedure di recupero erariale del danno cagionato».

Pertanto, al termine delle indagini i Finanzieri hanno segnalato all’Autorità Giudiziaria contabile cagliaritana per il recupero delle somme il Commissario, cinque medici e un infermiere.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.