• 29 Novembre 2021
  •  

Al surfista ozierese Nicola Canalis la 10^ edizione dell’Ajò Classic di Coluccia

Oltre 50 gli atleti iscritti alla kermesse ideata e diretta da Stefano Pisciottu.

Nicola Canalis si è aggiudicato la 10^ edizione dell’Ajò Classic 2021 di Coluccia, Santa Teresa di Gallura, davanti al campione svizzero Andrea Colombo ed a Nicholas Dralle. Non pago di ciò, il surfista e istruttore ozierese si è piazzato primo anche nella classifica wing foil slalom davanti ad Antonio Egris e Juanito Mulas. Nel freestyle si è imposto invece l’atleta di casa, portacolori del club Porto Liscia, il tredicenne Pier Bongianni, che ha regolato con una prestazione convincente Alberto Citzia ed Emanuel Cillano.

Nello slalom femminile primo posto per Mariangela Avellino seguita da Martina Capoferri e Annaurora Culeddu ed in quello maschile nell’ordine Andrea Colombo, seguito da Luca Sanna e Domenico Dalle. La classifica juniores ha visto sul gradino più alto Luca Sanna e poi Domenico Dralle e Nicholas Dralle. Nella categoria “piccoli” medaglia d’oro per Emanuel Pushay, argento per Christian Napoli e bronzo per Mirco Segni e, per concludere, il primo posto nella categoria “piccolissimi” è andato a Claudio Pisciottu, seguito da Gloria Venuti al secondo e Sasha Porcu al terzo. Premio Ajò Classic, infine, a Mariolino Ranedda. 

Tanti gli iscritti alla kermesse, oltre cinquanta atleti, e molti anche i tecnici e gli accompagnatori, che, con gli spettatori a riva ed in barca, hanno portato ad oltre mille le presenze pro-die che certificano il successo dell’iniziativa ideata e diretta dall’ozierese-palaese Stefano Pisciottu, attivo ed illuminato presidente dell’Associazione Sportiva Dilettantistica “Club Porto Liscia”. Due le giornate di gara, l’1 e 2 novembre, che hanno visto giovanissimi atleti duellare con i più esperti surfisti nel “ponte” di Ognissanti, per una classica che, come da ormai consolidata tradizione, allunga la stagione estiva fino al mese di novembre.

«Quest’anno è andata molto bene e dopo lo stop del 2020 a causa delle restrizioni Covid non ci aspettavamo una ripartenza così importante – sottolinea il patron Stefano Pisciottu – siamo riusciti a lavorare più tranquillamente offrendo un evento che ha lo scopo di unire i comuni di Santa Teresa, Palau e La Maddalena per cercare di allungare sempre di più la stagione. Questo perché riteniamo che con le strutture adeguate alle esigenze della stagione invernale possiamo portare sportivi tutto l’anno qui in Sardegna con ricadute economiche davvero importanti».

Pisciottu ha poi commentato l’aspetto tecnico delle competizioni. «L’Ajò Classic è un format riuscito perché diamo la possibilità anche a chi fa questo sport a livello amatoriale di gareggiare e confrontarsi con i campioni non solo in acqua, ma anche in spiaggia magari davanti ad una birra nel cosiddetto “terzo tempo”. E poi si fanno queste regate anche per insegnare ai nostri ragazzi le partenze e le tecniche di regata. Spettacolare ad esempio la partenza a cinghiale con il gommone che taglia a tutta velocità la linea immaginaria di partenza e dà il via agli atleti per la gara».

Però, pensare che l’Ajò Classic sia solo sport è un errore, perché è anche sensibilizzazione ai temi ambientali. Come ogni anno, infatti, nelle pause dal vento, si è svolta la manifestazione “Rifiuthlon” promossa dall’Aics e da Andrea Nesi, presidente della Commissione Ambiente Aics e responsabile del settore windsurf.

«Non si è trattato di una semplice pulizia delle spiagge – commenta ancora Pisciottu – ma di un’attività di educazione e sensibilizzazione ambientale dei più piccoli. Dopo la raccolta l’attività si svolge una sorta di piccolo laboratorio per riconoscere le microplastiche, i tappi di bottiglie, i mozziconi di sigaretta per spiegare da dove provengano tutti questi rifiuti e di quale impatto possano avere sulla natura».

Ora, chiusa la stagione, l’appuntamento è per il  30/31 ottobre e primo novembre del prossimo anno, per edizioni  dell’Ajò Classic, si spera, sempre più qualificate.

Evento riuscitissimo, dunque, e questo grazie al sostegno del Comune di Santa Teresa Gallura, di Andrea Nesi Rifiuthlon/Aics, Giacomo Sanna asd cat sport/bsp 24, Dylan Duffus Rrd, Nicola Canalis, Francesca Alvisa ed il suo gruppo di ragazzi, C.N. Arzachena. Antonio Egris Asd Sport Point, degli sponsors Mariolino Ranedda, North West Porto Pozzo – Stefano Giusti Surf Garages – Eric Tempé Side On/pat love – Gianmario Demuro enoteca Demuro Arzachena – Luca Simula acqua San Martino – Graziella Rais La casa del grano – Giacomo Baralla cantina Sorso/Sennori – Pietro Pistidda Hotel Le Dune Porto Pollo – Gian Mario Becciu Leopard – Spirito Libero srl – Antonio Piu Acsi – Piero Rondoni Germancar – Antonio Contu Il Velaio Matto – Enzo Atria Petag – Dott. Pierpaolo Pedullà Medica Palau – Ava onlus La Maddalena – Gerardo Valmaggia Vacanze in Sardegna – Mario Addis Mbe mailboxes Tempio, oltre che, naturalmente, di tutto lo staff dell’Asd Club Porto Liscia, semplicemente perfetto nella circostanza, dei genitori dei ragazzi e di tutti quelli che hanno partecipato all’evento. 

Raimondo Meledina