• 28 Maggio 2022
  •  

Terza giornate di corse all’ippodromo di Chilivani

Ippodromo di Chilivani

Ippodromo di Chilivanisabato 23 aprile. In evidenza questo pomeriggio al “Don Deodato Meloni” le prove per i puledri anglo arabi messi a confronto alla ricerca del primo successo in carriera ovvero della perdita della qualifica di Maiden che è l’appellativo attribuito ai cavalli che non abbiano ancora vinto una corsa.

Si inizia con la prima corsa alle 14:55, il Premio Giov. Vittorio e Andrea Mulas, riservato ad anglo arabi a fondo inglese sempre sulla distanza dei 1600 metri. Salvo eventuali progressi di forma da parte dei vari altri concorrenti sembrerebbe che Din Don, che all’esordio era finito a ¾ di lunghezza dal vincitore Dimoniu, sia il più accreditato per la vittoria, mentre non è da trascurare Don Peppe di Gavoi che pure era stato distanziato di oltre quattro lunghezze. Ma attenzione a Danubio de Mores che aveva fatto una buona impressione al debutto ma poi si era malauguratamente allargato alla piegata, perdendo il ritmo.

Il Premio Mesu ‘e Rios per gli anglo arabi di 4 anni ed oltre offre a Bencammina, dopo la retrocessione subita nella prima giornata, di riprendersi la rivincita benché Chopin, che aveva vinto a tavolino, non sia della partita. In realtà la femmina di A.S. Arru sembra al di sopra di tutti gli avversari ma dovrà guardarsi da Carakas che ha fatto molto bene l’anno scorso e, pur essendo al rientro, potrebbe già essere competitiva. Aiduentos ha corso bene all’esordio stagionale e ci potrebbe stare insieme ad Aquila de Aighenta. Cumparsita del Monte Acuto non è da trascurare e lotterà senz’altro per una buona piazza.

Pubblicità Logudorolive 2

I Maidens a fondo arabo si affronteranno nel Premio Ekosistems Srl in una corsa affollata dalle gabbie piene (16 cavalli iscritti) e, non senza un doveroso riguardo ai soggetti che sono nel frattempo venuti avanti nella preparazione, si può stilare un pronostico a partire dai piazzati nella corsa di debutto. Diamante sauro, Domiziano Latino e Demian de Bonorva, battuti nell’ordine da Danubio Blu, saranno certamente protagonisti accanto a Diglielo tu e Dedalo de Aighenta di cui si parla molto bene.

I puledri di purosangue inglese scenderanno in pista alla quarta corsa Premio Cortal, condizionata che vede in pista ben tre rappresentanti della Scuderia San Giuliano che faranno di tutto per occupare le prime piazze. Terry de l’Alguer appare la più accreditata mentre si aspetta una conferma da Hilary. Danielina potrebbe essere il terzo incomodo insieme a Benniegio che ha destato buona impressione nella sua prima stagionale. Calamoresca potrebbe essere ulteriormente migliorata con il passaggio di età.

Il Premio La Dea Madre Viaggi consente il debutto di un altro nutrito numero di anglo arabi a fondo inglese le cui genealogie sono tutte da valutare e studiare così come sarebbero da acquisire notizie sul grado di preparazione dei vari soggetti, prima di azzardare qualsiasi pronostico. Aspettiamo pertanto il responso della pista.

In chiusura si disputerà il Premio Panathlon Club Ozieri, sulla distanza breve dei 1.000 metri, nella quale si richiedono doti peculiari di velocisti. Si profila un duello fra gli specialisti Arboc de l’Alguer e Sud Sound System, senza dimenticare l’attitudine dimostrata da Come nelle favole e Gribu de l’Alguer.

La prossima giornata di corse all’ippodromo di Chilivani si svolgerà venerdì 6 maggio.

Diego Satta

In copertina: Dimoniu batte Din Don al debutto (Chilivani, 8 aprile 2022) – foto di Monica Scano

Leggi anche: Ippodromo di Chilivani, i risultati della 2^ giornata della riunione primaverile

Farina 1