• 19 Settembre 2021
  •  

Truffe online, 25enne operaio di Villacidro raggirato da una donna di Spinea (Ve)

Carabinieri Villacidro - truffe online

VILLACIDRO. Continuano senza soste le truffe online. Questa volta a cadere nella trappola di un raggiro un 25enne operaio di Villacidro. Il giovane aveva messo in vendita su una piattaforma online (Subito.it) per 598 euro un forno a microonde usato. All’annuncio ha risposto una 48enne di Spinea, un comune della provincia di Venezia.

La donna, con la scusa di voler pagare subito per bloccare l’affare, ha invitato con modi gentili e persuasivi il ragazzo a recarsi in uno sportello ATM, da dove avrebbe provveduto a ricaricargli la carta di debito magnetica. Il 25enne, che non conosceva la strana procedura, fidandosi delle istruzioni della “signora”, ha digitato sulla tastiera del bancomat i “magici” tasti indicati. A conclusione delle operazioni, la sorpresa: il trasferimento dal suo conto, invece che da quello della 48enne, dei quasi 600 euro pattuiti. Resosi conto dell’operazione truffa il ragazzo è corso subito alla locale caserma dei Carabinieri per denunciare l’accaduto.

Seguendo il flusso del denaro con l’aiuto degli istituti di credito interessati, i militari di Villacidro sono riusciti a risalire alla donna, già nota per pregressi casi analoghi. Dalle indagini è emerso poi che l’utenza telefonica con la quale la 48enne ha contattato la propria giovane vittima è intestata a un 28enne del Bangladesh residente a Milano. Probabilmente solo un prestanome che ha acceso centinaia di contratti telefonici (in Italia si può fare), le cui carte SIM sono poi finite nelle direzioni più disparate e ad alimentare le attività anonime più o meno pulite di chi vorrebbe non comparire laddove compia atti illeciti.

Stamattina i Carabinieri della Stazione di Villacidro hanno depositato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari un’informativa di reato contenente le risultanze delle loro indagini.

An.Sa.