• 23 Giugno 2021
  •  

Uccise a sassate il cagnolino della vicina: ai domiciliari un 30enne di Assemini

Il giovane dovrà scontare 1 anno, 10 mesi e 16 giorni di reclusione per un cumulo di reati.


Alla fine le condanne arrivano. Grazie ad un cumulo di pene calcolato dall’Ufficio Esecuzioni penali del Tribunale di Cagliari, un 30enne di Assemini è stato posto agli arresti domiciliari dai carabinieri della locale Stazione. Il provvedimento trasmesso ai militari dalla Procura della Repubblica è stato immediatamente eseguito stamattina. L’uomo dovrà scontare 1 anno, 10 mesi e 16 giorni di reclusione per reati commessi ad Assemini tra il 2011 e il 2018, quali furto aggravato, lesioni personali e uccisione di animale. Episodio quest’ultimo che fu particolarmente cruento in quanto il giovane uccise a sassate il cagnolino della vicina, perché infastidito dal continuo abbaiare.

L’ordine di restare a casa è vincolante, ed i Carabinieri vigileranno con continui passaggi presso l’abitazione del 30enne. Pertanto, se questi non dovesse essere trovato in casa le cose per lui si complicherebbero considerevolmente. Infatti, già con una sola evasione documentata dai militari, potrebbe essere emesso un ordine di carcerazione.