• 6 Dicembre 2022
  •  

Un cartellone all’ingresso nord di Ozieri per dire “No alla violenza sulla donna”

Ingresso Nord Ozieri
L’installazione sarà inaugurata giovedì 24 novembre alle ore 12 nell’ingresso nord della città, all’altezza del Quartiere Gescal.

OZIERI. Il Centro per la famiglia Lares del Plus Distretto sanitario di Ozieri – gestito dal Consorzio Network Etico – ancora in prima linea nell’organizzazione di iniziative tese a contrastare la disparità di genere e a incentivare la cultura della non violenza nel territorio di competenza.

Il Centro Antiviolenza “Spazio Donna” insieme al servizio “App Giovani” hanno così promosso la campagna informativa “Stop! Apri e denuncia” che coinvolgerà tutti i 16 comuni del Distretto. «L’obiettivo – spiegano le operatrici – è lasciare nelle comunità un forte segnale di dissenso rispetto alla cultura sessista e patriarcale, promuovendo, al contrario, un linguaggio non violento libero da pregiudizi e stereotipi, educando alla parità fra sessi e al rispetto della donna».

Muscas con Foto 1

La campagna si sviluppa attraverso due iniziative per dire “No alla violenza sulla donna” utilizzando altrettanti segni tangibili: la “porta dipinta” e la cartellonistica di sensibilizzazione. La prima opera rientra nel progetto ideato dall’artista Doddie, il quale propone la porta come simbolo per far emergere quel mondo che, spesso, vittima e carnefice tengono nascosto. Il primo comune ad essere interessato è stato Bono, dove nel Municipio lo scorso venerdì 18 novembre è stata posizionata la porta “Hope in me”, titolo che tradotto nella lingua italiana significa “spera in me”, ma nella pronuncia richiama l’espressione “open me”, ovvero “aprimi”.

Porta contro violenza donne Bono
Un momento dell’inaugurazione della porta “Hope in me” a Bono.

La seconda azione prevede invece l’installazione di cartelloni di sensibilizzazione ideati dall’illustratore Nicola Marras, che posti all’ingresso di ciascun paese rimanderanno al messaggio esplicito di dissenso contro la violenza di genere e di invito all’intera comunità ad essere sostegno attivo nella promozione della cultura del rispetto.

Il primo cartello verrà collocato giovedì 24 novembre alle ore 12 all’ingresso nord di Ozieri, all’altezza del quartiere Gescal. All’inaugurazione sarà presente l’équipe del Centro Antiviolenza, il sindaco Marco Peralta e l’associazione InOghe di Ozieri che, come farà anche negli altri comuni, si esibirà con delle brevi performance utili a stimolare nei presenti la consapevolezza che le situazioni di violenza, purtroppo, sono presenti anche nei nostri contesti sociali.

Questo evento anticipa la VI edizione del Concorso musicale regionale “Viola”, che si terrà a Ozieri il 25 novembre alle ore 17,30 nel teatro civico “Oriani Fallaci” in onore della giornata internazionale contro la violenza sulle donne e in ricordo dell’ozierese Romina Meloni, vittima di femminicidio. 

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it