• 19 Maggio 2024
  •  

Unione dei Comuni Anglona-Bassa Valle del Coghinas e Comune di Tursi verso il gemellaggio

Sindaci dellUnione Anglona sindaco di Tursi e Cristina Ricci
In Basilicata firmata dal presidente dell’Unione Giovanni Ligios la lettera di intenti.

PERFUGAS. Sardegna e Basilicata sempre più vicine. Lo scorso 9 giugno a Tursi (MT), infatti, il presidente dell’Unione dei Comuni dell’Anglona e della Bassa Valle del Coghinas, nonché sindaco di Osilo Giovanni Ligios, e il primo cittadino del comune lucano Salvatore Cosma, hanno sottoscritto nella basilica minore di Maria Santissima Regina di Anglona la lettera di intenti che suggella il Patto di amicizia siglato nel novembre 2022 e che porterà al gemellaggio. Obiettivo condiviso tra i due enti è quello di sviluppare iniziative tese alla promozione dei rispettivi territori il cui filo conduttore è la fede mariana.

Del resto, il colle in cui sorge l’incantevole santuario e la subregione isolana, che vanta come patrona Nostra Signora di Anglona, osservano la Madonna mentre a Tursi e a Tergu stringe al cuore lo stesso coronimo, stende la medesima mano e dona affascinanti misteri storici e religiosi da scandagliare e da studiare. Misteri che sanno già unire due popoli e che un domani potrebbero regalare sorprese significative.

Alla cerimonia erano presenti anche Giovanni Filiziu, assessore dell’Unione, sindaco di Perfugas e presidente del Distretto Rurale Anglona-Coros; Tiziano Lasia, sindaco di Martis e presidente dell’Agenzia per lo Sviluppo dell’Anglona; Massimiliano Manca, assessore dell’Unione e sindaco di Laerru; Federico La Salandra, assessore alla Cultura di Tursi, e altri amministratori, anche Provinciali.

All’evento sono intervenuti inoltre Cristina Ricci, ideatrice e coordinatrice del progetto generale, don Mimmo Buglione, rettore della basilica e Francesco Silvio Di Gregorio, autore del libro Versus Solem Orientem – Anglona (Zaccara Editore).

Presto per l’Anglona sarda e per l’Anglona lucana verranno dunque tracciate strade da seguire in vari campi, considerando la vocazione rurale, le affinità relative alle usanze, le tradizioni condivise, gli aspetti linguistici e le prospettive economiche.

Il presidente Ligios su questo non ha dubbi: «L’avvincente percorso avviato ci permetterà di approfondire la storia dei territori interessati, di creare rapporti proficui per le comunità, di confrontarci in diversi ambiti, di scambiarci buone pratiche e di promuovere un turismo consapevole. Oggi occorre guardare oltre i propri confini, convintamente, senza dimenticare il passato e contestualizzando il presente. Oggi bisogna capire che è necessario camminare insieme per fare grandi passi e per edificare un futuro vero. Ringrazio, pertanto, quanti stanno lavorando affinché il legame tra Sardegna e Basilicata diventi sempre più intenso».

Non a caso gli undici Comuni di questa Unione accoglieranno prossimamente il sindaco di Tursi e altri politici lucani per favorire la comprensione reciproca, per esaminare determinati spunti operativi e per valutare forme particolari di collaborazione.    

In Basilicata la delegazione anglonese è stata ricevuta anche dal primo cittadino di Matera Domenico Bennardi e dal sindaco di Montalbano Jonico e presidente della Provincia Piero Marrese con altri politici locali.  

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.