• 5 Dicembre 2022
  •  

Bacino del Maccheronis a secco, erogazione dell’acqua solo per uso potabile

Invaso macheronis CBSC
Il livello dell’invaso non consente di garantire la fornitura di acqua per fini irrigui e aziendali.

La siccità persiste e il Consorzio di Bonifica della Sardegna Centrale di Nuoro, come annunciato nei giorni scorsi ha adottato le misure restrittive per i territori agricoli serviti dalla rete consortile di Torpè, Posada, Siniscola, Budoni e San Teodoro. L’erogazione dell’acqua ai fini irrigui dal bacino del Maccheronis verrà infatti sospesa nelle prossime ore.

Il livello del bacino non consente di garantire la fornitura per fini diversi da quelli potabili. Martedì il Consiglio di amministrazione del Consorzio ha disposto “il divieto di utilizzo della risorsa idrica derivata, per fini irrigui ed aziendali, del serbatoio di Maccheronis sul fiume Posada, mediante le reti consortili e ciò nel rispetto delle disposizioni recentemente impartite, in proposito, dal Comitato Istituzionale dell’Autorità di Bacino della Sardegna, al fine di preservare la scarsa risorsa idrica attualmente invasata”, così riporta il testo del documento approvato. 

Come detto nei giorni scorsi dal presidente del Consorzio Ambrogio Guiso, “il provvedimento di oggi è stato inevitabile – spiega -. Il persistente periodo siccitoso e gli scarsi apporti idrici dei fiumi Posada e Cedrino non consentono soluzioni diverse. Per assicurare il rispetto della disposizione adottata il personale consortile provvederà, già dalle prossime ore, alla progressiva chiusura di tutti i tratti della rete irrigua, ad eccezione di quelli che alimentano i potabilizzatori a servizio dei centri abitati alimentati dal serbatoio di Maccheronis”.

Per le numerose aziende agricole è stata comunque disposta la possibilità di accesso alla risorsa idrica tramite autobotti private. 15 prese saranno disponibili in corrispondenza degli idranti consortili situati per il Comune di Torpè in località Bellone presso potabilizzatore comunale, in località Nuraghe San Pietro, in località Maccheronis  presso il cantiere potabilizzatore consortile Abbanoa. 

Nel territorio di Posada si potrà prelevare acqua nella località Montigradas, presso il potabilizzatore Comunale Posada, in località San Simone presso gli impianti sollevamento Consorzio di Bonifica. Per il Comune di Siniscola in località Overì presso l’impianto di sollevamento del Consorzio di Bonifica; in località Santa Lucia al bivio della statale 125; in località Capo Comino sulla statale 125 al chilometro 245+800; in località Lupareddu.  Per il Comune di Budoni in località Muriscuvoe e in località Lu Linnalvu.  Mentre per il Comune di San Teodoro in località Franculacciu, in località La Runcina presso la vasca di compenso consortile e in località Nuragheddu. 

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Becugna copia