• 30 Gennaio 2023
  •  

Domani la cerimonia di premiazione della 63^ edizione del Premio Ozieri di letteratura sarda

Premio Ozieri 2 jpg
Nella sezione poesia sarda inedita “Antoni Sanna”, il primo posto è stato assegnato a Gianfranco Garrucciu di Tempio con la poesia “Aìami tarreni boni…”. Ieri sera, nel primo degli eventi inseriti nella “tre giorni del Premio”, Luca Sedda di Gavoi ha vinto l’Ozieri Poetry Slam di poesia estemporanea. Oggi, il secondo appuntamento con la proiezione alle 19 del documentario “Un’Odissea de Rimas Novas”.

OZIERI. Ci siamo. Domani, domenica 18 dicembre, al teatro “O. Fallaci” si svolgerà l’attesa cerimonia di premiazione della 63^ edizione del Premio Ozieri di letteratura Sarda. La giuria presieduta da Dino Manca, professore di Linguistica e Filologia italiana all’Università degli Studi di Sassari, dopo un’attenta cernita delle numerose opere pervenute da tutta l’Isola, ha stilato i verdetti e decretato i vincitori nelle tre sezioni Poesia sarda inedita “Antonio Sanna”, Prosa “Angelo Dettori” e Tra poesia e cantigu “Antoni Cubeddu”.

Leggi anche: Il “Premio Ozieri” si fa in tre con un nutrito programma di eventi

Tra le opere inedite, il primo posto è stato assegnato a Gianfranco Garrucciu di Tempio con “Aìami tarreni boni…”, mentre Giuseppe Angelo Puliga di Nughedu S.V. con “Becciu” e Luca Meledina di Ozieri con “A s’amada mia” hanno ottenuto rispettivamente il secondo e terzo premio. Premi speciali a Paolo Sedda di Nuoro e Rachel Falchi di Sassari.

Nella sezione Prosa, “Mariposas e archibusàdas” di Gonario Carta Brocca di Dorgali è stata giudicata la migliore, a seguire Alessandro Garau di Guspini con “ S’Antigu” e Pier Giuseppe Branca di Sassari con “In Pilos Tuos”. Il premio speciale è stato assegnato invece a Gianni Cossu di Nuoro. Antonio Ignazio Garau con “Su baballoti traitori” ha vinto la sezione Tra Poesia e Cantigu, il suo elaborato ha avuto la meglio su “Trintasette retrogadu e tentu a maglia” di Antonio Longu di Macomer e su “Che poeta mi coronas” di Dante Erriu di Silius, mentre il premio speciale della sezione è stato assegnato a Angelo Maria Ardu di Flussio.

La cerimonia inizierà alle ore 16,30 per i presenti al teatro, mentre alle 17 partirà la diretta web sul canale YouTube dedicato (clicca e collegati). La serata sarà condotta dalla cantante Claudia Aru, sostenuta dal direttore artistico Marco Fenudi, dall’instancabile Pierluigi Saba e dall’Aassociazione Sa Ena che curerà la logistica. A fare gli onori di casa, il presidente del Premio Ozieri Vittorio Ledda, affiancato dallo storico segretario Antonio Canalis.

Essebi novembre ok 2
L’Ozieri Poetry Slam a Luca Sedda di Gavoi

Nella prima delle tre giornate di eventi organizzati per la 63^ edizione del Premio, ieri sera all’auditorium del Centro culturale San Francesco è andata in scena la prima giornata dedicata alla poesia estemporanea del Poetry Slam. La giuria, scelta tra il pubblico come vuole il regolamento, ha stabilito le prime tre posizioni tra le sette pproposte in gara.

Luca Sedda di Gavoi si è aggiudicato il primo posto con “Rau a buscare prendas e chi tenzat su sentidu”, Speranza Serra di Sassari, il secondo con “Delirio bacchico e sguardo della materia”, mentre il terzo posto è stato ottenuto da Francesco Cambiganu di Pattada con la poesia, composta nella stessa giornata, “Sa luna pianghende e chena titulu”.

Roberto Nieddu di Burgos, Tomasina Nurchis di San Teodoro, Uccio Spanu e Joe Cossu di Ozieri, gli altri partecipanti al concorso.

Webp.net gifmaker 1

Stasera alle 19 la proiezione del documentario “Un’Odisea ‘e rimas nobas”

Il secondo evento evento in programma si svolgerà oggi, sabato 17 dicembre, con la proiezione alle ore 19,30, sempre nel Centro Culturale San Francesco, del documentario “Un’Odissea de Rimas Novas” (PEN CLUB, 2019), opera patrocinata anche dal Premio Ozieri per l’alto valore storico. Fino ad oggi la proiezione è stata eseguita solo rarissime volte in Sardegna. È un viaggio sull’evoluzione della poesia nell’Isola, dalla tradizione orale fino al suo riconoscimento letterario, narrando il percorso di affermazione della sua forma scritta con un limpido tributo all’opera incessante nata dall’intuizione di Tonino Ledda, ideatore del Premio letterario in lingua sarda.

A fine serata è prevista una tavola rotonda con il regista Robero Priamo Sechi, l’ideatore Ugo Tanda e il direttore tecnico dell’ISRE Sardegna, ente cofinanziatore del documentario. Conduce la serata Piersandro Pillonca.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it