• 16 Giugno 2021
  •  

Gian Luigi Sotgia: «Da fondi regionali la possibilità di sistemare la strada di Rizzolu»

Per il presidente del Consiglio comunale Gian Luigi Sotgia la precaria situazione della viabilità rurale va risolta al più presto.


OZIERI. Sulle dissestate condizioni della rete viaria dell’agro ozierese arriva, seppur ai tempi supplementari, la presa di coscienza del problema da parte della Giunta comunale. A prendere in mano la partita, il presidente del Consiglio comunale Gian Luigi Sotgia. Il quale, facendo seguito alle innumerevoli sollecitazioni giunte da più parti, ha verificato e confermato pubblicamente il pessimo stato delle strade rurali, in particolare quella di Rizzolu – Perde Sèmene.

Un sopralluogo effettuato nei giorni scorsi che è servito, come dichiarato dallo stesso Presidente in un post social, «a raccogliere le legittime rimostranze dei residenti e constatare di persona l’entità del problema». E, cosa più importante, ratificare la necessità di trovare una quadra definitiva. «Per questo – continua Sotgia –, mi sono confrontato con i responsabili dell’Ufficio Lavori Pubblici e la stessa Giunta comunale, affinché si individui una soluzione tempestiva».

Da troppo tempo infatti i cittadini ozieresi residenti nell’agro comunale sono costretti a convivere con i problemi causati da una viabilità rurale pessima. «Le conseguenze di questa situazione – spiega Sotgia – possono essere facilmente immaginabili: gravi danni causati alle autovetture, pericolo per la sicurezza stradale e l’incolumità degli automobilisti, estrema difficoltà per gli autotrasportatori nel raggiungere le tante aziende agricole (per il conferimento dei mangimi e il ritiro del latte). Condizioni che, talvolta, generano persino pericolosi ostacoli ai mezzi di soccorso chiamati ad intervenire in caso di necessità».

Strada di rizzolu

«Con questi problemi – continua il Presidente – lottano ormai da anni le decine di famiglie residenti in località Rizzolu, nell’agro di Chilivani. Così come le tantissime persone che quotidianamente percorrono la relativa strada, costrette a far fronte a una situazione diventata ormai insostenibile e fonte di innumerevoli disagi e pericoli. Una questione puntualmente denunciata anche da autorevoli forze politiche cittadine, con cui condivido l’appello a intervenire con urgenza sulla questione».

«In questo caso – aggiunge ancora Gian Luigi Sotgia –, come in tanti altri relativi alla rete viaria dell’immenso agro ozierese, comprensiva sia di strade vicinali a uso pubblico, che di proprietà comunale, le Amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni si sono limitate a intervenire con soluzioni “tampone”».

Come ad esempio «il costante conferimento di materiale ghiaioso di risulta» per rendere quantomeno percorribili le strade. Lavori questi, seppur precari – sottolinea il Presidente – hanno permesso comunque di ridurre disagi e rischi, anche grazie all’attiva e puntuale collaborazione degli stessi residenti. «Modesti e sporadici interventi, – ammette Sotgia –, che ormai però non sono più sufficienti a far fronte alla grave situazione».

LO SPIRAGLIO. Per risolvere la questione della viabilità l’Amministrazione Comunale potrebbe finalmente contare su due differenti finanziamenti per la sistemazione della rete stradale urbana ed extraurbana, entrambi dell’importo di 180mila euro.

«Uno già assegnato – spiega Gian Luigi Sotgia –, derivante da un bando del Ministero dell’Interno e destinato a opere pubbliche per la messa in sicurezza del territorio, l’altro, di carattere regionale, ma sul quale ci sono ancora interlocuzioni in corso tra l’Amministrazione e gli uffici regionali, relativo a interventi della stessa natura».

«Nel caso dovesse confermarsi anche questo secondo finanziamento – conclude il Presidente del Consiglio comunale –, considerato che uno dei due verrebbe destinato alla sistemazione della via De Gasperi, essendo un intervento questo estremamente urgente e non più rinviabile, si potrebbe utilizzare il secondo contributo per sistemare finalmente la strada di Rizzolu – Perde Sèmene».

Leggi anche: OZIERI. RIFORMATORI: «LA MANUTENZIONE DELLA STRADA DI RIZZOLU SPETTA AL COMUNE E NON AI RESIDENTI»

Ceramiche Farina