• 22 Giugno 2024
  •  

Ippodromo Chilivani, nella 3^ giornata buoni risultati degli anglo arabi debuttanti, inediti e maiden

Ippodromo Chilivani Fire de Aighenta

CHILIVANI | 14 aprile 2024. Bel tempo soleggiato e ventilato ieri all’Ippodromo di Chilivani, per un pomeriggio di corse avvincenti e interessanti che hanno divertito un pubblico sempre più partecipe, di circa un migliaio di spettatori.

Il Premio Mesu ‘e Rios, reclamare per gli anglo arabi anziani ha messo in evidenza la buona forma raggiunta da Dulliriana Lady (S. Canu – F. Brocca – G. Angius) che ha corso all’attesa lasciando che Dark Mary e Brera rivaleggiassero per la leadership, seguendoli sempre da vicino. All’ultima curva ha mantenuto il ritmo galoppando allo steccato per scattare per prima alla dirittura. Danubio de Mores tentava l’aggancio, ma non riusciva a impensierire la grigia che conservava un buon margine di tre quarti di lunghezza. Più discosti Everest Sprint e El Matador.

Nel Premio Panathlon Club Ozieri, reclamare per purosangue di 4 anni ed oltre, Karaki e Gribu de l’Alguer si contendevano lo steccato. All’ingresso in dirittura Gribu anticipava lo scatto ma non si lasciava sorprendere la coppia Sonniende-Oleksander che lo superavano e lottavano allo sprint per la vittoria che premiava Oleksander (Sc. Monni galoppo – G. Piccinnu – G. Fresu) capace di prevalere di un’incollatura su Sonniende. Gribu de l’Alguer giungeva terzo, davanti a Guresi.

Farina 1

Gli alfieri della San Giuliano erano in prima linea ad animare il Premio Unipol-Sai Assicurazioni, riservato ai purosangue di tre anni. In particolare era Pat de l’Alguer insieme a Tra Mamma a imprimere ritmo alla corsa. Quest’ultima assumeva l’iniziativa alla piegata e, all’ingresso in dirittura, tentava lo scatto risolutore. Ma Buric de l’Alguer (Sc. S. Giuliano – L. Chessa – N. Murru) metteva in atto la sua accelerazione con la quale risucchiava la pur generosa Tra Mamma superandola per una mezza lunghezza. A cinque lunghezze Monte Rasu davanti a Poggio al vento.

Il Premio Atletica Ozieri era riservato ad anglo arabi debuttanti. Galoppavano all’evidenza Faraone baio e Futura de Bonorva. All’ingresso in dirittura diversi cavalli si schieravano a ventaglio per una spettacolare volata sotto l’incitamento del pubblico. Con impressionante progressione emergeva con prepotenza dal gruppo Federico mio (Antonio G. Nughes – P. Canu – N. Murru) che guadagnava la testa della corsa e negli ultimi metri respingeva l’attacco di Fucecchio per due lunghezze e mezza. Terza Futura de Bonorva, quarta Fauna.

Agli anglo arabi a fondo inglese, maiden era riservato il Premio Tennis Club Ozieri, nel quale dominava da subito Faggio (Pietro S. Cossu – A. Cossu – N. Murru) che assumeva l’iniziativa lottando per la prima posizione con Flashy che usciva ben presto di scena, mentre l’avversario rimaneva solitario al comando arrivando al palo con buon margine su Fosté autore di un buon finale davanti a Fox Moon e a Faghedi onu. Con questo successo Nino Murru siglava una tripletta.

A concludere la serata ippica era Fire de Aighenta (G.B. Pintori – L. Godani- A. Fele), nel Premio G. Vittorio e Andrea Mulas per anglo arabi a fondo arabo, rispettando pienamente il pronostico. Ha dovuto però lottare con Fishbonem che a lungo lo ha impegnato cedendo nel finale. Ormai leader Fire affrontava al comando la dirittura mantenendo a distanza Foradada che conquistava il secondo posto. Nel convulso finale il cavallo Felix Smeraldo si allargava vistosamente verso l’esterno della pista conquistando il terzo posto per un’incollatura davanti a Fishbonem. Si lanciava però verso il recinto di insellaggio, costringendo il suo fantino G. Gungui a buttarsi giù di sella per evitare l’impatto.

Diego Satta

In copertina: l’arrivo di Fire de Aighenta nel Premio G. Vittorio e Andrea Mulas (nella foto D. Satta)

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.