• 2 Luglio 2022
  •  

Ippodromo di Chilivani, programmi e pronostici della 7^ giornata di corse

Ippodromo Chilivani Racchetta

Ippodromo di Chilivani, 27 maggio. Lo sviluppo del programma della riunione primaverile odierna vedrà in pista diversi cavalli ancora al debutto, ma anche soggetti che hanno già dimostrato il loro valore e correranno per legittimare aspirazioni sempre più importanti e prestigiose.

Si parte alle 15.50 con i cinque puledri di purosangue inglese iscritti al Premio Comune di Nule alla ricerca della prima vittoria in carriera. I due soggetti della San Giuliano, solitamente ben preparati, cercheranno di monopolizzare la corsa ma dovranno vedersela con Mondi Diversi e Deleddiano che hanno già fornito buone prove.

Alla seconda, il Premio Bar Caffè Torino per anglo arabi debuttanti, pone problemi interpretativi in assenza di riferimenti sul grado di preparazione raggiunto dai vari iscritti. Un buon metodo sarebbe quello di affidarsi alla nomea di stalloni come Pantuosco, Vintinoe e Hasawood des Bordes ma anche alle genealogie che richiamano alla mente parentele con cavalli che hanno già calcato vittoriosamente la pista di Chilivani.

I soggetti anglo arabi di tre anni a fondo arabo si affronteranno nella condizionata Bar Caffè La Centrale nel quale sarà interessante seguire il prevedibile scontro fra i buoni e autorevoli vincitori Dillirianas e Diyspetto, non trascurando le consistenti qualità di Danubio Blu, Diamante Sauro e Panorama da Clodia che aspirano ad una maggiore legittimazione.

Molto interessante la prova Maiden Premio Bar Taras per i purosangue arabi di tre anni. Dea di Gallura sembra potersi preferire a Dulche di Gallura, entrambi allevati dalla signora Giovanna Picconi, mentre Dama di Barbagia e Dasaev dovranno dimostrare sul campo il loro reale valore.

Agli appassionati del cavallo e dell’equitazione, Generale Giuseppe e Dottor Guido Bonsignore è dedicata la condizionata per anglo arabi a fondo inglese che propone lo scontro al vertice fra i vincitori Dama Durbecco, Din Don e De Tzaramonte quest’ultimo leggermente preferito vista l’autorevolezza e la classe con cui ha ottenuto le sue due vittorie su due uscite. Dokovic e Drakaris messisi in luce possono inserirsi per una buona piazza.

A conclusione del convegno di disputerà il Premio Foresta Burgos, condizionata per puro sangue di 4 anni ed oltre, il cui svolgimento non potrà prescindere dalle tattiche della Scuderia San Giuliano che schiera ben tre “de l’Alguer” e potrebbe lanciare la femmina Crastu, visto il peso favorevole. Land of Giant e Sophistication, recenti vincitori, non resteranno a guardare.

Diego Satta

In copertina: la partenza dalla racchetta dei 1200 metri (foto D. Satta)

Leggi anche: Ippodromo Chilivani, risultati della 6^ giornata dedicata ai Club Rotary

Essebi Cossu