• 23 Aprile 2024
  •  

Ippodromo Chilivani, risultati dell’ottava giornata di corse

Ippodromo Chilivani Epona Baia Erimu

CHILIVANI. In un pomeriggio soleggiato, a tratti nuvoloso, disturbato da insistenti folate di vento si è svolta ieri l’ottava giornata della riunione primaverile all’Ippodromo di Chilivani che ha offerto spunti tecnici interessanti e spettacolari.

In apertura il Premio Ciccheddu Pes per purosangue di due anni, ha consentito alla femmina Storm in the jungle (ASD Ottana Galoppo-A. Cottu-A. Fele) di perdere la qualifica di maiden. E lo ha fatto in maniera esemplare dominando gli avversari “de bout en bout” cioè da un capo all’altro, scattando subito al comando e mantenendosi ad alcune lunghezze dagli inseguitori capeggiati da Orion Star che, a sua volta, ha lasciato a varie lunghezze Gec King e una deludente Adelante Magic.

Essebi maggio 2023

Più o meno stesso schema di corsa nel Premio Pasquale Buesca, reclamare per puro sangue arabi anziani ma sulla distanza di 2.300 metri. Ha finalmente dimostrato il suo valore Abu di Gallura (M.C. Piseddu-S. Muroni-A. Fiori) andando a imporre la sua andatura e mantenendosi al comando per tutto il percorso. Soltanto in retta d’arrivo hanno inutilmente tentato di avvicinarlo Zefiro di Chia e Caronte, finiti nell’ordine. Quarto Vulcanobybonorvesu.

2300 metri anche per i cinque purosangue anziani partecipanti alla condizionata in ricordo del grande fantino Palmerio Agus, prematuramente scomparso. Favorita d’obbligo Sa Filonzana che, dopo aver rivaleggiato con Gettyto nella fase iniziale, all’imbocco dell’ultima piegata rompeva gli indugi e passava a condurre. Si presentava al comando in retta d’arrivo ma, quando ormai sembrava facile vincitrice, veniva attaccata e battuta inopinatamente da un battagliero Land of Giant (G. Zidda-F. Brocca-N. Murru). Terza Scatola chiusa, quarto Pfitscherjoch.

Pubblicita Becugna 3

 Dopo una partenza richiamata, il Premio Cantine Capichera, reclamare per anglo arabi a fondo arabo sui 1.800 metri, ha visto fasi alterne nella prima parte della gara con Eufrate vigile dietro i battistrada, sino alla piegata. All’ingresso in dirittura era il primo a scattare allo steccato ben presto affiancato da altri tre o quattro cavalli, che davano vita ad un finale convulso e combattuto dal quale emergeva, con sorpresa, con potente spunto risolutore Eva (G. Piero Mulas-GM. Pala-M. Manca) davanti a Entubonorvesu, Eusebio de Bonorva ed Enzolino di Gavoi. Effetto della sorpresa le quote di 10/1 per il vincente e 501 € la trio.

Il Premio Nanneddu Satta-Turis era riservato ad anglo arabi a fondo inglese, sui 1800 metri. Dopo le iniziali scaramucce prendeva il comando Entula bella che conduceva sino all’imbocco della piegata, nel corso della quale avanzava Epidemia che, all’ingresso in dirittura, era la prima a scattare accumulando qualche lunghezza. Reagiva però prontamente Entu de Eranu (Moira Nurchis-A. Cossu-N. Murru) che insisteva sino a recuperare lo svantaggio e andare a vincere con merito, davanti a Eledy, Entu Sindiese ed Epidemia. Prima vittoria non solo per la proprietaria ma anche grande soddisfazione per l’allevatore Amedeo Scodino.

Altra corsa per anglo arabi il Premio Panificio Salis, Maiden sui 1.800 metri. Erimu partiva a condurre imprimendo ritmo piuttosto sostenuto che manteneva sino alla piegata, quando si allargava vistosamente. Riusciva a ripartire e a conquistare nuovamente la testa della corsa ma, proprio sul palo, veniva beffato dalla lunga progressione di Epona baia (Gesuino e Tomaso Lai-L. Godani) sostenuta a braccia da un determinato ed esperto Gianni Fresu. Al terzo posto la sorprendente Era d’onore (10,60 la quota del piazzato) e al quarto Educanda. Scommettitori fuori bersaglio e succosa scommessa trio di 1.390 euro!

In chiusura il Premio Mastru Nino Simula per Gentleman sui purosangue di tre anni ed oltre, nonostante il peso di 77,5 kg, andava a Say the Truth (P. Giorgio Marcello-L. Mureddu) nelle mani del sempre più positivo Marco Gaias.

Sabato 17 giugno all’Ippodromo di Chilivani si chiuderà la riunione con le corse internazionali e nel dopo-corse, tornerà il concorso per il “miglior cofano” con le tradizionali, simpatiche merende di festa o consolazione.

Diego Satta

In copertina: il palpitante arrivo di Epona baia su Erimu nella sesta corsa.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.