• 23 Aprile 2024
  •  

Ippodromo di Chilivani, ultime chiamate per le prove internazionali di selezione

Partenza corse ippodromo di Chilivani
Al via alle 16:25 l’ottava giornata primaverile con 7 corse in programma.

CHILIVANI. Dopo una settimana di pausa riprende la riunione primaverile all’ippodromo di Chilivani per avviarsi alla conclusione la prossima settimana con in programma le corse internazionali per arabi ed anglo arabi. In teoria le migliori individualità sono già qualificate e aspettano il grande giorno svolgendo i quotidiani lavori di rifinitura. Dalle corse oggi in programma potrebbe emergere la forma ideale di qualche altro buon soggetto che, però, dovrà correre con nelle gambe la fatica più recente. È infatti buona norma, nella gestione di un cavallo da corsa, rispettare fra una corsa e l’altra, un intervallo di almeno venti giorni. Vedremo quanti e quali dei cavalli oggi in pista, tenteranno di figurare nelle prove internazionali.

Si parte alle 16,25 con la Maiden Premio Cischeddu Pes (uno dei Soci della L3C) per i purosangue di due anni sulla distanza breve dei 1.200 metri. Otto cavalli ai nastri di partenza fra i quali Orion Star (6), nato in Irlanda porta qualche chilo in più degli avversari e sembra leggermente favorito rispetto a Adelante Magic (1) che è attesa ad una prestazione all’altezza della stima che la circonda. Storm in the jungle (8) può essere il terzo incomodo mentre Gec King (4) potrebbe essere la sorpresa.

Pubblicita Becugna 3

Alla seconda il Premio Pasquale Buesca per purosangue arabi di 4 anni ed oltre sulla distanza dei 2.300 metri. I “vecchietti” della compagnia Zefiro di Chia (8) e Vulcanobybonorvesu (7) scendono a livello di reclamare alla ricerca di opportunità ancora reali, ma Abu di Gallura (1) riteniamo sia maturo per affermare la sua qualità. Caronte (2) rientra dopo una lunga assenza ed è atteso ad una dimostrazione delle sue reali condizioni.

Il Premio Palmerio Agus, indimenticato fantino di classe internazionale, è riservato a purosangue di 4 anni ed oltre, sulla lunga distanza dei 2.300 metri. La sperimentata attitudine alla distanza, tenuto anche conto di una eventuale pista pesante, ci fa preferire Land of Giant (2) rispetto a Sa Filonzana (4) che sarebbe la naturale prima favorita. A Scatola chiusa (5) il ruolo di guastafeste.

Quindici anglo arabi a fondo arabo sono iscritti alla reclamare Premio Cantine Capichera sui 1800 metri. Spicca nel campo dei partenti Entubonorvesu (7) che merita la prima citazione sulla base di quanto ha messo in campo sinora, insieme a Enzolino de Gavoi (8) che deve ancora esprimersi al meglio. Come possibili protagonisti citiamo anche Eufrate (13), Eruleddai (11) ed Eusebio de Bonorva (14).

Anglo arabi a fondo inglese nel Premio Nanneddu Satta-Turis, altra reclamare sui 1.800 metri per soggetti alla ricerca di moneta, ma anche di un’affermazione che incoraggi ad assecondare la maturazione dei puledri. Sulla base delle prove e dei risultati sinora ottenuti Entu de Eranu (5) ed Epidemia (9) dovrebbero correre da protagonisti. Estupendo Elord (12), Entula Bella (7) ed Emirato (4) aspirano ad un posto nel marcatore. Fra i debuttanti si segnala Eclisse Agliantesa (2).

 Il Premio Panificio Salis è una corsa Maiden per anglo arabi a caccia del primo successo in carriera. Difficile il pronostico pur se una minima base di risultati indicano in primo luogo Eracorona (9) in evidenza qualche settimana fa ed Elody de Thiesi (5) anch’essa messasi in luce. Di Erimu (10) è piaciuto lo straordinario rush finale nella sua ultima apparizione, con il quale ha colto un ottimo terzo posto. La fondo arabo Eleganzia (4) sfida i più veloci avversari e ha sicuramente compito arduo, nonostante goda di un discarico di 5 kg. Emozione de Florinas (6) ed Eterna mia (12) aspirano al marcatore.

In chiusura la prova riservata ai Gentleman Premio Mastru Nino Simula, per purosangue anziani, un handicap sui 1.600 metri. L’interpretazione parte dalla precedente prova vinta da Longlife Elisir su Royal Cotai (3) e Say the Truth (4). Questi ultimi due sarebbero i due principali protagonisti ma portano peso davvero arduo (76 e 77,5 kg rispettivamente) per cui Red Cross (5) e Ich Bin Ich (6) sono in grado di fare la sorpresa.

Diego Satta

In copertina: la partenza di una corsa (foto repertorio Diego Satta)

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.