• 3 Dicembre 2022
  •  

Ippodromo di Chilivani, i risultati della quarta giornata della riunione Estivo-autunnale

Gianni Fresu ippodromo Chilivani
In evidenza il fantino Gianni Fresu che ha colto ben tre successi.

Ippodromo di Chilivani. Sotto un cielo grigio che minacciava pioggia, un discreto numero di appassionati non è voluto mancare ieri a Chilivani a questo quarto appuntamento con i propri beniamini e ha così assistito ad uno spettacolo ippico di ottimo livello. 

Si apre con il Premio Aragosta Brut per purosangue di 4 anni ed oltre. Patita de l’Alguer scatta subito al comando e accumula alcune lunghezze, tallonata da Sud Sound System. La leader scurva con qualche lunghezza di vantaggio inseguita lungo la dirittura, da Pfitscherjoch che la appaia proprio sul palo ma Patita (Sc. S. Giuliano-F. Oppes-N. Murru) si salva per un corto muso. Al terzo Sud Sound System penalizzato dal peso e quarto My Sun.  

Nel Premio Aragosta Vermentino per purosangue di due anni, sgabbia bene Mondi Diversi che si incarica dell’andatura seguito da Amused de l’Alguer. Li segue con buon ritmo Killer Grey (S. Saba-A. Cottu-G. Fresu) che scatta in dirittura con ottima progressione avendo ragione della battistrada che comunque conserva il secondo posto davanti ad Amelia Hayat e Amused de l’Alguer.  

Becugna copia

Il Premio Aragosta frizzante per anglo arabi di tre anni, ha  a Demoniu Fio (T. Careddu-G. Accorrà-M. Kolmarkaj) il suo secondo successo, dopo la vittoria ottenuta a Sassari. Sempre allo steccato sulla scia di Dannunzio e Domiziano latino scatta al termine della piegata e lancia per primo lo sprint, sbandando verso il centro pista. Il suo fantino riesce però a farlo ripartire e a stendersi in una ampia falcata che gli consente di battere alcuni degli avversari già battuti a Sassari. Ha deluso Diana de Bonorva, soltanto terza dietro a Diamante Arabo. Quarto Domiziano Latino.

La quarta corsa, Premio Aragosta Brut Rosé, per gli anglo arabi di quattro anni ed oltre, è andata a Beautiful Star (G. Multinu-A.Cottu-G. Fresu) che ha condotto da un capo all’altro intensificando il ritmo con il quale ha domato la resistenza di Cicala sempre a contatto per cedere nel finale, superata da Bolero de Florinas, più discosto Vino Santo è quarto.

Nel Premio Aragosta frizzante rosé per cavalli anglo arabi, bella prova di Dark Mary (G. Sistu-A. Cottu-G. Fresu) che ha seguito la battistrada Dalacara, prendendo l’iniziativa alla piegata e andando in progressione alla dirittura senza incontrare opposizione, lasciando a cinque lunghezze Drempitta. Terza Dalacara e quarto Danzadore.

Infine la prova per i Gentlemans Premio Aragosta Rosé – sui 1800 metri per cavalli purosangue di tre anni ed oltre è andata come da pronostico a Land of Giant (G. Zidda-F. Brocca) che, saggiamente montato da Marco Gaias, ha fatto corsa a sé non lasciando spazio agli avversari il primo dei quali, Red Cross è finito a ben 9 lunghezze. Seguono nel marcatore Kentucky King e Racemifera.

La giornata è stata particolarmente propizia per l’allenatore Antonio Cottu ormai abituato ai successi plurimi, ma soprattutto per Gianni Fresu che ha colto ben tre successi, come non succedeva da tempo. Un’ottima soddisfazione per uno dei fantini di maggior esperienza e classe di Chilivani.

L’appuntamento è ora fissato per il prossimo sabato 1° ottobre per la conclusione della riunione con il 65° Gran Premio sardo per gli anglo arabi, il 47° Criterium per i purosangue di due anni, il 22° Omnium dell’anglo arabo e il 16° Derby del puro sangue arabo.

Diego Satta

In copertina: Gianni Fresu su Cleopatra de Mores, vince il Premio Rotary Club Siniscola del 20 maggio scorso.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it